Max Verstappen ha vinto il Gran Premio della Stiria, la prima delle due competizioni che si terranno a Spielberg. Il tracciato austriaco ci ha regalato una prova che, forse per la prima volta, ha avuto una Red Bull nettamente superiore alla casa di Stoccarda.

L’olandese si conferma al comando della classifica del Mondiale ed approfitta del secondo posto di Lewis Hamilton per allungare. Tra meno di sette giorni si correrà nuovamente in Austria e molto probabilmente avremo una ‘copia’ dell’appuntamento di domenica.

Red Bull si è mostrata più performante e sta sfruttando ogni occasione per rubare dei punti preziosi al sette volte campione del mondo che si trova ad inseguire. La stagione è ancora molto lunga, ma un bottino di 25 punti potrebbe far comodo al #33 della massima formula. A Silverstone la musica dovrebbe cambiare, una sfida in cui ci si attende una rivincita da parte delle Frecce Nere.

Hamilton dovrà lottare domenica in una prova in cui la pioggia potrebbe diventare l’alleata principale del campione in carica. Vedremo anche come si comporterà Sergio Perez che ha tutte le carte in regola per difendere fedelmente il proprio teammate nella lotta per il un Mondiale serratissimo.

Scorrendo la classifica è doveroso, invece, porsi un’importante domanda. Ci si può accontentare di un sesto posto con un giro di ritardo dal vincitore? Ad ognuno la propria sentenza. Ferrari si difende a Spielberg, ma perde il raffronto con McLaren. Guardano la classifica sono di più i punti messi in cascina dalla Rossa che al momento ha la fortuna di competere con due piloti.

Bisogna però valutare il quinto posto del britannico Lando Norris che puntualmente si piazza davanti al monegasco Charles Leclerc o allo spagnolo Carlos Sainz. E Daniel Ricciardo? Il nativo di Perth sta vivendo un periodo difficile della propria stagione con una vettura che non conosce. Per l’australiano ex Red Bull si tratta di una questione di tempo e da qui ad Abu Dhabi la strada è ancora molto lunga e piena di insidie per una Rossa che punta tutto sul 2022.
Il prossimo anno, stagione in cui avremo una rivoluzione regolamentare, sarà un anno chiave in cui le parole devono essere concretizzate.

Attenzione settimana prossima alle AlphaTauri, rallentate per svariati motivi nel GP di Stiria e pronte a rifarsi settimana prossima. La Top10 è alla portata delle vetture di Faenza, una zona che sta diventando abituale anche per Aston Martin che in vista di Silverstone sembra aver trovato un buon ritmo. Attenzione anche all’Alpine che a Zeltweg dovrà lavorare sul passo visto che, sulla prestazione pura non si discute.

Appuntamento tra meno di una settimana per dei nuovi verdetti, un fine settimana di risposte ad alcune domande.

Articolo di Luca Pellegrini