Max Verstappen conquista la pole position in 1,03.720 davanti al pubblico orange, seguito da un formidabile Lando Norris (McLaren), e Sergio Perez (Red Bull). Un po’ in difficoltà Lewis Hamilton, solamente quarto seguito dal suo compagno di squadra Valtteri Bottas (Mercedes). Ottima qualifica per l’Alpha Tauri, protagonista con entrambe le vetture in top ten. Pierre Gasly in particolare ha registrato il sesto tempo, e Yuki Tsunoda settimo.

Purtroppo non sono andate bene le Ferrari, pertanto che Charles ha registrato a mala pena l’undicesimo tempo, seguito da Carlos Sainz. Il monegasco ha dichiarato nelle interviste post qualifiche che, all’interno del team in comune accordo, hanno deciso di sacrificare la qualifica concentrandosi in ottica gara. Sapevano che partire con le gomme soft sarebbe stato un problema sulla questione degrado. È stata una qualifica difficile anche per Antonio Giovinazzi, un amaro quindicesimo tempo a bordo della sua Alfa Romeo.

Durante la fine del Q2 c’è stata un incomprensione tra Fernando Alonso (Alpine), e Sebastian Vettel (Aston Martin). Il pilota tedesco ha involontariamente ostacolato il due volte campione del mondo spagnolo, impedendogli di concludere il giro veloce.

A CURA DI STEFANO PENNER, FOTO WIKIPEDIA.