Uno strepitoso Nicholas Bonfanti consegna il derby al Modena. All'”Orogel Stadium – Dino Manuzzi” di Cesena, i Gialli stendono per 1-2 i padroni di casa: al vantaggio romagnolo siglato da Caturano rispondono le due reti dell’attaccante classe 2002.

Qualche novità nel 4-3-1-2 di mister Tesser, che schiera Gagno tra i pali, con Azzi, Pergreffi, Silvestri e Renzetti a comporre il pacchetto arretrato; in mediana, Gerli è affiancato da Armellino e Duca, mentre Tremolada agisce alle spalle di Minesso e Bonfanti. La gara è pimpante fin dal principio, anche se non si segnalano grosse opportunità nel primo quarto d’ora. Al 18’ il Cesena passa in vantaggio: Caturano gestisce sulla trequarti, allarga su Ilari e si fionda in area dove riceve il traversone del compagno e mette la sfera alle spalle di Gagno per l’1-0. La risposta del Modena è veemente, ed al 26’ arriva il pari immediato: Bonfanti scambia con Minesso e calcia dal limite con il mancino, fulminando Nardi. La parte finale del primo tempo vede un gioco spesso spezzettato, soprattutto in occasione di qualche contrasto troppo duro, che mette fuori gioco per qualche istante prima Tonin, poi Mulè e Bonfanti. Si va a riposo sull’1-1.

Nella ripresa, subito pericolosi i romagnoli, che al 48’ colgono un clamoroso palo con Bortolussi, che si avventa sul cross di Tonin ma non riesce ad insaccare. Minuto 60, doppio cambio per mister Tesser, che sostituisce Duca e Minesso con Di Paola ed Ogunseye. Al 65’ Modena in vantaggio: traversone di Azzi dalla destra, stacca Bonfanti, che mette il pallone nell’angolino lontano, dove Nardi non può arrivare, e fa 1-2. Il Cesena non riesce a rispondere, rischiando anche di capitolare qualche istante più tardi, quando Bonfanti sfiora la tripletta. Al 78′ è Pierini, ex-gialloblu subentrato nella ripresa, ad andare vicinissimo al 2-2, con un tiro dal limite che termina a lato di poco. Minuto 84, strepitoso Azzi, che va via sulla destra e calcia dritto sull’incrocio dei pali. Nel finale entra anche Giovannini, che rileva Bonfanti. Nei 5′ di recupero c’è solo l’espulsione di Ogunseye per proteste da segnalare, ma accade poco altro: al triplice fischio è il Modena ad avere la meglio, conquistando il secondo successo in campionato e salendo a quota 9 in graduatoria. Non c’è tempo di festeggiare: sabato pomeriggio si torna subito in campo, al “Braglia” arriverà la Lucchese.

TABELLINO

CESENA: (4-4-2) Nardi; Steffè, Mulè (dal 74′ Nannelli), Ciofi, Favale (dal 54’ Yabre); Ilari (dal 74′ Munari), Rigoni, Ardizzone (dall’84’ Missiroli), Tonin (dal 54’ Pierini); Bortolussi, Caturano. A disp.: Benedettini, Fabbri, Berti, Brambilla, Pogliano, C.Shpendi, S.Shpendi. All.: Viali.

MODENA: (4-3-1-2) Gagno; Azzi, Pergreffi, Silvestri, Renzetti; Gerli, Armellino, Duca (dal 60’ Di Paola); Tremolada (dall’80’ Baroni); Minesso (dal 60’ Ogunseye), Bonfanti (dall’87’ Giovannini). A disp.: Narciso, Maggioni, Marotta, Mosti, Ponsi, Rabiu, Scarsella. All.: Tesser.

Arbitro: sig. Paolo Bitonti di Bologna.

Assistenti arbitrali: Emanuele De Angelis di Roma 2 e Mirco Carpi Melchiorre di Orvieto.

4^ufficiale: sig. Sajmir Kumara di Verona.

MARCATORI: 18’ Caturano (C), 26’ e 65’ Bonfanti (M).

AMMONITI: Mulè, Steffè, Ciofi (C), Duca, Renzetti (M). – RECUPERI: 2’ p.t.; 5′ s.t..

NOTE: Espulso al 95′ Ogunseye (M) per doppia ammonizione.

(fonte foto: Modena F.C. 2018 – modenacalcio.com)

Salvatore Fratello