Lewis Hamilton è protagonista del venerdì con la miglior prestazione 1:23.804, seguito da un grandioso Charles Leclerc (Ferrari), staccato di +0,158, e da Valtteri Bottas ( Mercedes), con un gap + 0,440. Ben figura Sergio Perez (Red Bull), autore di un incoraggiante 4° tempo e soltanto con la 5°crono Max Verstappen. L’olandese del team di Milton Keynes è apparso in difficoltà anche nella FP2, con una monoposto molto nervosa. Anche nella simulazione il passo gara non ha particolarmente brillato. Nei long-run invece si è potuto notare un’ ottima Mercedes, e anche una grande Ferrari. La scuderia di Maranello si presenta come maggior candidata per conquistare il podio, ma anche la Mclaren potrebbe essere antagonista della Ferrari per il terzo posto nel costruttori, apparsa in difficoltà sulla pista di Instanbul. Da segnalare la buona prestazione di Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo Sauber), il quale ha siglato il del 10° tempo. Speriamo che possa disputare un buon weekend, e di vederlo al via della prossima stagione, perché un pilota del suo calibro merita la F1. In generale essendo solamente al venerdì i valori in campo possono cambiare : si potrà avere una quadra più precisa della situazione, soltanto nella giornata di domani, appena dopo le qualifiche. Sicuramente la lotta per la pole position e la vittoria in gara è una questione tra Mercedes, e Red Bull, salvo colpi di scena.

A cura di Stefano Penner.