Lewis Hamilton (Mercedes) conquista la pole position virtuale del venerdì, in 1:07.934 utilizzando nuovo motore termico della power unit, ma per questa sostituzione, dovrà scontare una penalità di cinque posizioni, però stando ad alcune indiscrezioni dell’ultim’ora: l’inglese potrebbe partire dal fondo della griglia nella gara di Domenica a causa di una irregolarità al sistema DRS. Max Verstappen (Red Bull) registra il secondo tempo davanti a Valtteri Bottas(Mercedes) autore della terza migliore prestazione, Pierre Gasly (Alpha Tauri) conferma di essere un grande pilota e di avere una monoposto che gli permette di conquistare un importante quinto tempo davanti a team blasonati come Ferrari e Mclaren.

Analizzando le perfomances della casa di Maranello, si può notare un Carlos Sainz molto contento e a suo agio sulla SF-21, autore di una buona prestazione registrando il sesto tempo davanti al suo compagno Charles Leclerc con il settimo crono. Il monegasco invece è apparso in leggera difficoltà con il feeling della pista, infatti durante le fasi della Q1 quando aveva oltrepassato i limiti del tracciato in curva 4, con conseguente cancellazione del tempo, di conseguenza si è trovato con un solo tentativo di compiere il giro veloce in Q3.

La Mclaren ha terminato la sessione di qualifica appena dietro alla scuderia del Cavallino, rispettivamente con Lando Norris autore dell’ottavo tempo e Daniel Ricciardo con il nono crono. Da constatare un grande stato di forma tecnico da parte del team di Woking e sicuramente darà del filo da torcere alla Ferrari per la lotta del terzo posto nel campionato costruttori. Ben figura lo spagnolo di casa Alpine Fernando Alonso autore del decimo tempo, non benissimo il suo compagno Esteban Ocon relegato con l’undicesimo crono.

di Stefano Penner Foto. Twitter.