Un gol per tempo, il Modena stende la Vis Pesaro e vince la sesta gara di fila in campionato. Al “Braglia”, i gialloblu superano per 2-1 i romagnoli grazie alle reti di Mosti e Minesso, issandosi al secondo posto in graduatoria, visto il pari tra Reggiana e Cesena.

Parte forte il Modena che, al 4’, va vicinissimo al vantaggio sugli sviluppi di un corner, con Minesso che viene murato da Farroni a pochi passi dalla linea di porta. Qualche istante più tardi, sempre su calcio d’angolo, si vede anche la Vis Pesaro, con Gucci che stacca tutto solo di testa, ma non inquadra lo specchio. Nella prima fase del match, sono i calci piazzati a regalare le maggiori emozioni, come al quarto d’ora, quando prima Coppola e poi Gucci vanno vicini al bersaglio grosso, sfruttando situazioni da calcio d’angolo, ma senza riuscire a centrare i pali difesi da Gagno. Quasi inaspettato, al 18’, arriva il vantaggio dei Gialli: Minesso riceve un suggerimento dalla sinistra e riesce ad addomesticare il pallone, servendo Mosti che controlla e manda la palla in buca, dove Farroni non può arrivare. Il gol ha l’effetto di abbassare i ritmi del match, con i padroni di casa che si rendono di nuovo pericolosi al 27’, quando Silvestri colpisce di testa su cross di Tremolada, mandando alto di un soffio. Minuto 35, già un cambio per mister Tesser, costretto a fare a meno di Pergreffi, che deve lasciare anzitempo per infortunio, con Baroni che va a prendere posto accanto a Silvestri nel cuore del reparto arretrato gialloblu. Un giro di lancette più tardi, clamorosa opportunità per il Modena: Di Paola mette al centro per un liberissimo Minesso, che incredibilmente non centra la porta colpendo di testa in tuffo. Al 40’, contrasto in area modenese, con Cusumano che termina a terra dopo un contrasto con Ciofani; per il direttore di gara è rigore: dal dischetto va Cannavò, che spiazza con freddezza Gagno e regala l’1-1 ai suoi. Non accade altro, dopo 4’ di recupero si va al riposo sul pari.

In avvio di ripresa, gli uomini di Tesser si lanciano subito in avanti e trovano il nuovo vantaggio al 50’: mancino violentissimo di Tremolada dalla distanza, Minesso interviene deviando la sfera e sorprendendo Farroni, che non può far altro che osservare il pallone terminare in rete. Brivido per i padroni di casa al 57’, quando il neo-entrato Saccani sfiora la traversa con un tiro dalla distanza. Qualche giro di lancette più tardi, è ancora Saccani ad impensierire Gagno, che si rifugia in corner. Tesser prova a sistemare qualcosa, inserendo Duca e Bonfanti per gli applauditissimi Scarsella e Minesso. I ritmi della gara si abbassano di nuovo, il Modena prova a chiudere ogni possibilità agli ospiti. All’81’ entrano Castiglia e Rabiu, che rilevano rispettivamente Tremolada e Mosti. Nonostante i 4’ di recupero assegnati, non accade altro: al triplice fischio i Gialli conquistano la sesta vittoria consecutiva in campionato, salendo a quota 30 e, approfittando del pari tra Reggiana e Cesena, salgono in seconda posizione.

TABELLINO

MODENA: (4-3-2-1) Gagno; Ciofani, Silvestri, Pergreffi (dal 35’ Baroni), Azzi; Di Paola, Scarsella (dal 64’ Duca), Armellino; Tremolada (dall’81’ Castiglia), Mosti (dall’81’ Rabiu); Minesso (dal 64’ Bonfanti). A disp.: Narciso, Maggioni, Renzetti, Spaggiari. All.: Tesser.

VIS PESARO: (3-4-1-2) Farroni; Di Sabatino (dal 57’ Marcandella), Cusumano, Gavazzi; Piccinini, Besea (dal 70’ Astrologo), Coppola, Giraudo; Rossi (dal 57’ Saccani); Cannavò (dal 70’ Tonso), Gucci (dall’80’ De Respinis). A disp.: Campani, Eleuteri, Lombardi, Manetta, Pellizzari, Pinelli, Rubin. All.: Banchini.

Arbitro: sig. Andrea Bordin di Bassano del Grappa.

Assistenti arbitrali: Stefano Montagnani di Bolzano e Fabio Mattia Festa di Avellino.

4^ufficiale: sig. Mattia Caldera di Como.

MARCATORI: 18’ Mosti (M), 42’ Cannavò rig. (V), 50’ Minesso (M).

AMMONITI: Baroni (M); Piccinini, Di Sabatino (V). – ANGOLI: 6-4 per la Vis Pesaro. – RECUPERI: 4’ p.t.; 4’ s.t..

(fonte foto: Modena F.C. 2018 – http://www.modenacalcio.com)

Salvatore Fratello