E’ ufficialmente iniziata la prima edizione del Gp dell’Arabia Saudita e Lewis Hamilton subito dettato legge segando il miglior tempo nelle due sessioni del venerdì in cui ha potuto dare ottimi riscontri al team sia sul giro singolo e sul passo gara nel nuovo tracciato cittadino di Jeddah, ha dato filo da torcere a Max Verstappen il quale dopo la secondo tempo nella FP1 non ha particolarmente durante la FP2 registrando il quarto tempo. Probabilmente ha lavorato sui dettagli in vista della qualifica di domani e della gara di Domenica.

Purtroppo per la Ferrari e in particolare per Charles il week end non è iniziato nel miglior dei modi, considerando che il monegasco è andato a sbattere tra curva 22 e 23 provocando molti danni alla sua monoposto per fortuna senza riportare conseguenze fisiche. Comunque è riuscito a fornire ottimi feedback alla squadra in ottica gara. Carlos Sainz non ha avuto particolari problemi segnando un sesto tempo in FP1 e il settimo crono in FP2, avendo un buon feeling sui long-run.

Le Mclaren sono apparse ancora una volta in difficoltà soprattutto Lando Norris autore di una prestazione anonima segnando il tredicesimo tempo nella prima di libere e il dodicesimo nella seconda sessione, come Daniel Ricciardo anche se nella prima sessione ha segnato l’ottavo tempo, e una opaco undicesimo crono nella FP2. Il team di Woking dovrà pensare a difendere il quarto posto nel costruttori, stando alle ultime analisi dei tempi il terzo posto sta cominciando a diventare un miraggio.

Pierre Gasly, continua a essere molto competitivo co la sua Alpha Tauri conquistando un ottimo terzo tempo al termina della FP2. già nella prima sessione il francese si è potuto piazzare molto bene con il quarto crono, a differenza del suo compagno Yuki Tsunoda che invece è sempre duellare per il centro classifica. E’ sempre un piacere evidenziare l’ottima prestazione di Antonio Giovinazzi che ha saputo registrare il quinto tempo nella FP1, primato che non è riuscito a ripetere nella seconda sessione concludendo con il tredicesimo tempo.

Con la prima giornata, abbiamo potuto avere un quadro più preciso della prima giornata. E sicuramente, si prospetta una Gp tutto da guardare dal primo all’ultimo giro.

di Stefano Penner

Foto: Twitter