E’ stata una qualifica a dir poco spettacolare che ha visto il duello sul filo dei centesimi tra Hamilton e Verstappen. A conquistare la pole sotto le stelle è stato Lewis Hamilton (1.27.511) il quale ha saputo costruire un giro favoloso senza commettere la minima sbavatura sapendo gestire molto bene la pressione grazie la sua notevole esperienza.

Purtroppo Max Verstappen è andato a sbattere alla penultima curva rovinando non solo il suo giro avendo la pole a portata di mano, ma anche la parte posteriore della sua monoposto, specialmente nella zona della sospensione e del cambio. Per il pilota olandese non sarà una gara facile, patendo dalla terza casella della griglia nell’ipotesi non si dovesse sostituire. Qualora avvenisse sarebbe retrocesso di cinque posizioni. Il supporto del compagno Sergio Perez sarà fondamentale. Valtteri Bottas autore del secondo tempo farà di tutto per proteggere le spalle dal “capitano” Lewis. Da considerare che il finnico della Mercedes ha dovuto sostituire la P.U. per un prblema tecnico. Una bella incognita per la squadra di Brackley.

Analizzando le prestazioni della Ferrari, Charles Leclerc si è fatto perdonare l’errore che ha commesso durante le FP2, conquistando un strepitoso quarto tempo, equivalente a partire dalla seconda fila. Invece non è stata una qualifica idilliaca, andando a sbattere con l’ala posteriore in curva 21. Quindi lo spagnolo si è dovuto accontentare del quindicesimo tempo.

La diretta rivale della scuderia di Maranello, la Mclaren continua a essere in difficoltà con Lando Norris autore solamente del settimo tempo e Daniel Ricciardo relegato in centro classifica con l’undicesimo tempo. Ormai per il team di Woking , sarà più sensato difendere il quarto posto piuttosto che cercare di lottare per il terzo. Nel complesso ci sono tutti gli elementi necessari, per guardare una gara che regalerà emozioni dal primo all’ultimo giro.

di Stefano Penner.

Foto: Twitter.