Ormai è trascorso poco più di un mese dal Gp di Abu Dhabi che ha visto Max Verstappen conquistare il titolo all’ultimo giro, sotto una nuvola di polemiche inerenti alla gestione della gara durante l’incedente che ha coinvolto Nicolas Latifi (Williams). La FIA diretta dal nuovo presidente Mohammed Ben Sulayem ha iniziato ulteriori indagini per fare ulteriore chiarezza, su alcuni punti del regolamento; in particolare sulle norme di comportamento durante la Safety Car, le quali si concluderanno il 18 Marzo, tra l’altro durante il primo week end del mondiale 2022 che si disputerà in Bahrain. Ovviamente il titolo rimarrà ben saldo nella mani di Max Verstappen anzi, è da escludere nella maniera più assoluta. In tal caso un’eventuale colpo di scena, sarebbe un fatto unico nella storia della F1, che un pilota perde il titolo dopo tre mesi dall’ultima gara da un verdetto deciso in aula di tribunale.

Le indagini avranno tre tappe ben definite, ecco quali:

19 Gennaio: La Sporting Advisory Committee affronterà il tema della Safety Car con tutti i piloti.

Febbraio la F1 Commission porterà un’analisi dettagliata dell’incontro con tutti i piloti.

Il 18 Marzo durante il weekend del primo Gp della stagione 2022, la Federazione comunicherà al consiglio mondiale in Bahrain le decisioni prese ed eventuali modifiche al regolamento sportivo.

di Stefano Penner

Foto: Twitter.