Charles Leclerc inaugura il weekend del Gp dell’Arabia Saudita registrando la miglior prestazione nelle FP1, seguito da Max Verstappen e terzo a sorpresa Valtteri Bottas su Alfa Romeo, seguito a sua volta da Carlos Sainz sulla seconda Ferrari. Ben figurano le Alpha Tauri con Pierre Gasly autore del quinto tempo davanti a Yuki Tsunoda con il sesto tempo. Per il debuttante cinese Guanyu Zhou il fine settimana è iniziato in leggera difficoltà registrando il quattordicesimo tempo, da evidenziare che guida per la prima volta una F1 nella difficile pista di Jeddah.

Sessione un po’ in ombra per Sergio Perez e anche per le Mercedes con il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton che non è andato oltre il settimo tempo e il suo compagno George Russel relegato soltanto con il quindicesimo tempo. Le Aston Martin si sono piazzate rispettivamente con Nico Hulkenberg (sostituto di Sebastian Vettel ancora indisposto a causa del Covid) relegato con il sedicesimo tempo, e Lance Stroll con il dodicesimo. Alexander Albon e Nicolas Latifi hanno concluso la prima di libere rispettivamente diciassettesimo e diciottesimo.

Le Mclaren al momento sono apparse ancora in difficoltà, infatti Lando Norris è riuscito a siglare l’undicesimo tempo e il suo compagno Daniel Ricciardo con il tredicesimo tempo. Alle prese con qualche difficoltà tecnica la Haas, in particolare con Kevin Magnussen, che a causa di un avaria all’impianto idraulico non ha potuto segnare un tempo utile, anche il compagno Mick Schumacher ha incontrato qualche problematica tecnica ma di lieve entità.

In questo primo turno non si sono potuti vedere valori propriamente veritieri, si avrà una quadra più precisa della situazione nella FP2, quando le squadre proveranno le simulazioni passo gara, con temperature più fresche considerando che la sessione si disputa in notturna nello stesso orario di qualifica e gara.

Di Stefano Penner

Foto. Scuderia Ferrari Twitter.