La Pirelli per la seconda edizione del Gran Premio dell’Arabia Saudita in programma sul circuito cittadino di Jeddah, ha deciso di adottare le mescole centrali della gamma: C2,C3,C4. Per i piloti sarà molto più difficile affrontare la pista saudita, considerando che con le nuove vetture a effetto suolo. dovranno affrontare velocità elevatissime con i muri molto vicini e soprattutto con un’aerodinamica molto semplificata rispetto alla passata stagione, che di fatto rende le monoposto più difficili da guidare.

Anche in territorio saudita, la gara si disputa in orario notturno e tra le varie sessioni di prove libere, la FP2, in particolare, è quella più determinante per completare le simulazioni di qualifica e passo gara disputandosi proprio in orario notturno. Tenendo presente gli incidenti occorsi nella passata stagione, alcuni punti del tracciato sono stati modificati ad esempio curva 27 dove è stata allargata la sede stradale rimuovendo la tribuna, allo scopo di aumentare la sicurezza.

Mario Isola Car Racing Pirelli commenta “Jeddah rappresenta una sfida completamente diversa rispetto al Gran Premio d’apertura in Bahrain perché le caratteristiche della pista , sia in termini di layout che di asfalto sono differenti. Inoltre i piloti utilizzeranno mescole più morbide questo fine settimana per far fronte alle esigenze specifiche di questa pista, che è veloce quasi quanto Monza”.

Isola continua “I team arrivano a Jeddah senza aver mai provato prima su questo circuito le nuove vetture con i nuovi pneumatici, e le condizioni potrebbero essere leggermente diverse rispetto all’ultima visita in Arabia Saudita dato che ora si svolge in un altro periodo dell’anno e sono state apportate alcune modifiche al tracciato. Le mescole nominate sono le stesse del 2021, ma sono totalmente nuove rispetto allo scorso anno. Di conseguenza, i team avranno molto lavoro da fare raccogliere più dati possibili durante le prove libere, soprattutto in FP2 che sarà la sessione più rappresentativa visto che si svolge allo stesso orario di qualifica e gara.”

Pressioni Anteriore: 23,5 PSI

Posteriore: 21,00 PSI

Camber: Anteriore -3,25

Posteriore -2,00

Di Stefano Penner

Foto: Wikipedia.