Una partita incredibile quella di oggi allo stadio “Braglia” di Modena, una di quelle per cui si deve usare il Gagno, e pocanzi scoprirete il motivo. Si è giocato oggi pomeriggio alle ore 17:30 Modena-Imolese, sfida valevole per la trentaseiesima giornata del girone B di serie C.

Per i padroni di casa Mr. Attilio Tesser schiera in campo questa formazione (4-3-2-1), partendo da un’epico Riccardo Gagno tra i pali, autore del goal decisivo, ben difeso dalla difesa a quattro composta da Ciofani-Silvestri-Pergreffi-Azzi. Si prosegue con il centrocampo a tre nel segno del solito trio Scarsella-Gerli-Armellino. Infine per il reparto offensivo Mosti-Tremolada dietro la punta Minesso. Subentrano in corso d’opera Bonfanti, Magnino, Duca, Giovannini, Ogunseye.

Per la squadra ospite Mr. Fontana risponde a Tesser con un ottimo 4-3-3, che fino all’ultimo respiro ha tenuto testa alla capolista. Tra i pali Rossi, supportato nel bene, e nel male dalla difesa a quattro composta da Lia-Rinaldi-Vona-Liviero. Si passa rapidamente ad uno snello, e interessante centrocampo a tre con protagonisti Boscolo Chio-D’Alena-Benedetti. Arriviamo quindi al reparto offensivo con i tre attaccanti A. Lombardi-Padovan-Romano.

Passiamo alla partita. Sono le 17:30 e il direttore di gara Paride Tremolada di Monza fischia l’inizio delle ostilità davanti a circa undici mila unità. La partita comincia forte per ambo le parti, con il Modena che assedia sin dai primi minuti la porta avversaria, proprio sotto la curva esaurita, ma anche l’Imolese a sua volta appare ben messa in campo. Tra i canarini molto propositivo Minesso, che con il supporto di Tremolada sfiora il goal a più riprese. Al quattordicesimo Minesso stesso sfiora il vantaggio colpendo la traversa a botta sicura, e il pubblico inizia a divertirsi !

Calci d’angolo a ripetizione per i ragazzi di Tesser, che hanno fretta di sbloccare l’incontro. Al minuto trentadue Tremolada sfiora il goal all’incrocio dei pali, ma la palla non sembra voler entrare. Scorrono i minuti, e il goal non arriva, mentre sul finale di tempo l’attaccante ospite Padovan mette all’opera Gagno, che controlla tranquillamente. Tre minuti di recupero, e Paride Tremolada manda le squadre negli spogliatoi sullo 0-0.

Terminati i quindici minuti di pausa le squadre tornano in campo. Attilio Tesser inizia con le prime mosse tattiche, gettando nella mischia Bonfanti-Magnino, al posto di Mosti-Scarsella. Nonostante il doppio cambio sembra l’Imolese a inizio ripresa a controllare il gioco, ma il Modena è abile a non perdersi d’animo, restando sul pezzo.

La partita scorre veloce, e il meteo peggiora a vista d’occhio tra pioggia e vento. Anche il tecnico ospite comincia a fare cambi per provare lo sgambetto della capolista in un “Braglia” vestito a festa. Attilio Tesser nel mentre effettua altri due cambi: dentro Giovannini-Duca al posto di Minesso, e Tremolada. Il gioco gialloblu migliora fino al minuto sessantotto, minuto in cui Pergreffi in piena area fa il più classico dei tap-in 1-0 Modena, tra il delirio degli undici mila canarini, ma le emozioni non finiscono qui.

Nonostante lo svantaggio, e la situazione ambientale l’Imolese non si abbatte, e il suo tecnico effettua altre sostituzioni. Anche Tesser utilizza l’ultimo cambio a disposizione, inserendo l’esperienza di Ogunseye, al posto di uno stremato Gerli.

A meno di cinque minuti dalla fine sembra fatta per il Modena, ma il fischietto Tremolada concede agli ospiti un rigore molto dubbio, rigore trasformato in seguito da Liviero, che gela i supporters gialloblu. Sembra che debba proprio piovere sul bagnato, in tutti i sensi, ma l’incredibile deve ancora avvenire: in pieno recupero pochi istanti dopo il rigore subito Riccardo Gagno da un lancio lungo trova la rete della vittoria da porta a porta, una rete di un’importanza epica che finirà negli almanacchi del calcio, vince il Modena, e la distanza dalla Reggiana rimane invariata. Finiti i cinque di recupero il fischio finale e lo stadio esplode di gioia sotto il diluvio, delirio GIALLOBLU !

Ora mancano due giornate da qui alla fine: giovedì alle ore 21:00 si va a Gubbio, e sabato prossimo, l’ultima di Regular Season, si giocherà di nuovo in casa contro il Pontedera, ultimo sforzo per un campionato incredibilmente vivo fino al termine.

Foto sito Modena Calcio.