Il Sassuolo torna al successo dopo la sconfitta sul campo della Lazio, grazie alla vittoria per 2-1 contro l’Atalanta. A decidere il match è la doppietta di Traorè, che segna un gol per tempo (24′ e 61′). Accorcia nel finale Muriel (93′), ma non c’è più tempo per la rimonta. Il Sassuolo sale così a quota 46 punti in classifica, in vista della trasferta di Cagliari.

In cerca di riscatto dopo la sconfitta per 2-1 sul campo della Lazio, Dionisi schiera il suo Sassuolo con il consueto 4-2-3-1 per la sfida interna contro l’Atalanta. Davanti, nessuna novità: Berardi, Raspadori e Traorè sostengono l’unica punta Scamacca. In mezzo al campo, Henrique prende il post dello squalificato Frattesi al fianco di Lopez, mentre dietro i terzini Muldur e Kyriakopoulos supportano i centrali Chiriches e Ayhan a protezione di Consigli. L’Atalanta risponde con il consueto 3-4-2-1, in cui rientra dal primo minuto Zapata in attacco, supportato dall’ex Boga e da Miranchuk.

Al Mapei Stadium, il primo tempo è di marca neroverde. Già al 2′, arriva la prima occasione per il Sassuolo: Scamacca, din tacco, lancia Lopez, che, dalla sinistra, rientra sul destro e calcia in porta. Palla messa in corner da Sportiello dopo una deviazione. La risposta dell’Atalanta non tarda ad arrivare: all’11’, Pasalic colpisce la traversa su assist di Zapata: decisiva, però, una deviazione di Consigli. Ospiti ancora pericolosi al 18′, quando il solito Zapata mette in mezzo dalla sinistra per Miranchuk, che, da ottima posizione, calcia alato di un soffio. Dopo le due occasioni per l’Atalanta, il Sassuolo si scatena: prima, al 21′, viene annullato un gol a Berardi, autore di un ottimo controllo al volo e di un preciso diagonale sul secondo palo dalla destra, per fuorigioco, poi, al 24′ arriva la rete del vantaggio neroverde. Su azione di contropiede dopo un calcio di punizione battuto male dall’Atalanta, Berardi, lancia Kyriakopoulos sulla corsia di sinistra; il greco è bravo a portare palla e servire al momento giusto Traorè, solo al centro dell’area, per il quale è semplice battere Sportiello e firmare la seconda rete consecutiva, dopo quella contro la Lazio della scorsa settimana. Dopo aver trovato il vantaggio, il Sassuolo sfiora per due volte il raddoppio, mentre l’Atalanta accusa il colpo e fatica a reagire: al 26′, è lo stesso Traorè ad andare vicino alla doppietta, ma la sua conclusione, deviata da un difensore ospite, finisce sulla traversa a Sportiello battuto. Al 31′, tocca, invece, a Chiriches sfiorare la rete del 2-0, con un colpo di testa su corner di Kyriakopoulos, ma Sportiello gli nega il gol con un grande intervento.

Nella ripresa, Dionisi inserisce subito Magnanelli al posto di Henrique. Al 53′, Traorè, solo davanti a Sportiello su assist di Scamacca, trova l’ottima risposta del portiere nerazzurro. L’ivoriano, però, si rifà al 61′, trovando la rete della personale doppietta, che porta il Sassuolo sul 2-0: il numero 23 neroverde si accentra partendo da sinistra su assist di Loepz e, arrivato al limite dell’area, trova il gol con una precisa conclusione di destro, che supera Sportiello. L’Atalanta non si arrende nonostante il doppio svantaggio: al 64′ è il neoentrato Muriel ad impegnare Consigli, ma il portiere neroverde risponde presente. Al 70′, doppio cambio per il Sassuolo: fuori gli ottimi Berardi e Traorè e dentro Defrel e Rogerio. Al 77′, poi, è il turno di Ferrari e Tressoldi al posto di Kyriakopoulos e Scamacca. L’Atalanta si sbilancia alla ricerca del gol che riaprirebbe la partita e il Sassuolo prova ad approfittarne in ripartenza: all’81’, palo di Defrel dopo un contropiede innescato da un errore di Malinovskyi. L’Atalanta accorcia nel finale con la rete di Muriel, ma a nulla serve il forcing finale della formazione bergamasca: la gara termina sul punteggio di 2-1 per il Sassuolo.

Il tabellino:

Sassuolo-Atalanta 2-1

Reti: 24′, 61′ Traorè (S), 93′ Muriel (A).

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ayhan, Kyriakopouols (77′ Ferrari); Henrique (46′ Magnanelli), Lopez; Berardi (70′ Defrel), Raspadori, Traorè (70′ Rogerio); Scamacca (77′ Tressoldi). A disposizione: Vitale, Pegolo, Oddei, Ciervo, Peluso, Ceide, Toljan. Allenatore: Alessio Dionisi.

Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Toloi (57′ Palomino), Demiral, Scalvini; Hateboer (46′ Zaappacosta), Pasalic (77′ Malinovskyi), Pessina, Pezzella; Boga (57′ Muriel), Miranchuk (46′ Koopmeiners); Zapata. A disposizione: Musso, Rossi, Mihaila, Cittadini. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Arbitro: Sig. Sacchi di Macerata. Assistenti: Sig. Peretti – Sig. Rossi. Quarto ufficiale: Sig. Colombo. VAR: Sig. Fabbri – Sig. Meli.

Note: Ammoniti: Henrique (S), Muldur (S), Zaappacosta (A).

Simone Guandalini