Carpi F.C, si prepara il derby di sabato

FIORANO – Seduta mattutina a Fiorano per i biancorossi, che al campo Ferrari hanno svolto una partita in famiglia a cui non hanno preso parte Brosco e Belloni che proseguono nel proprio percorso di allenamenti personalizzati e terapie.

Giovedì 8 marzo è in programma un allenamento mattutino a porte chiuse a Fiorano.

Carpi F.C, si va verso il derby con il Cesena, le parole di Poli : " Non vediamo l'ora di giocare ! "

CARPI – Le dichiarazioni di Fabrizio Poli nella conferenza stampa di questo pomeriggio, verso Cesena-Carpi:

“La pausa forzata? La squadra sta bene, gli allenamenti procedono al meglio e questo periodo può essere stato molto utile per chi viene da un infortunio come Jelenic. Siamo pronti per la partita di Cesena, non vediamo l’ora di scendere in campo dopo le due partite rinviate. Sappiamo che sarà dura, Cesena è un campo storicamente ostico per il Carpi, in questi anni abbiamo sempre perso lì. Hanno un ambiente importante, una curva che li spinge per tutti i 90 minuti e in campo la squadra avrà lo spirito battagliero di mister Castori”.

“Con Castori ho vinto la Serie B, toccando l’apice della mia carriera. A Carpi tutti gli dobbiamo tanto perchè ha portato questa realtà dove non era mai stata. Sarà un piacere affrontarlo, dargli la mano prima e dopo la partita e magari fare due risate perchè è una persona di gran cuore, ma sul campo saremo avversari e ognuno di noi penserà giustamente a vincere la partita”.

“Se è un sfida salvezza? Sì, lo è. Un risultato negativo ci farebbe vivere con il fiato sul collo proprio del Cesena e di altre squadre che in questo momento ci inseguono. Dovremo avere la voglia di ottenere il massimo risultato con le unghie e con i denti. Hanno un modo di giocare simile al nostro, prevarrà la squadra che riuscirà ad essere più stretta e compatta, a difendere ed attaccare con più uomini”.

“Jallow? Conosciamo le sue caratteristiche, ama attaccare la profondità ed è proprio quello che non gli va concesso. Va marcato come farei con Mbakogu se fosse il mio avversario, va anticipato costringendolo a giocare spalle alla porta”..

“La classifica e il calendario fitto? Abbiamo due gare in meno degli altri e le posizioni perse sono inevitabili. In campo non andremo certo pensando ai recuperi ed ai punti ancora da guadagnare, ci sarà solo il Cesena. Abbiamo una rosa molto numerosa e il tour de force delle prossime settimane sapremo affrontarlo al meglio”.

“I pochi gol fatti? Anche l’anno scorso ci sono stati momenti così, sicuramente visto il rapporto gol fatti-punti conquistati significa che abbiamo capitalizzato al massimo le occasioni che abbiamo creato. Abbiamo attaccanti forti e centrocampisti che si sanno inserire, ci mancano un po’ di fortuna e più convinzione”.

“Astori? E’ stata una tragedia che ci ha toccato profondamente, eravamo a pranzo tutti insieme quando la televisione ha dato la notizia e siamo rimasti ammutoliti. Credo sia stato giusto rinviare le partite, sono situazioni che vanno oltre qualsiasi cosa. Personalmente non lo conoscevo, l’ho affrontato da avversario in Serie A quando andammo a Firenze e in quella partita lo marcai sui calci piazzati. Purtroppo sono cose che non vorremmo mai succedessero, turbano e fanno riflettere”.