Sassuolo-Udinese 1-3 le pagelle dei neroverdi

Sassuolo 5 (4-3-3): Consigli 5,5; Toljan 6, Tressoldi 5, Ferrari 5,5, Rogerio 5,5; Frattesi 6,5 (68′ Harroui 5,5), Lopez 6, Henrique 5 (91′ Alvarez 5,5); Laurientè 6 (68′ Thorstvedt 5), Pinamonti 5 (80′ Marchizza 5,5), Kyriakopoulos 5,5 (46′ Ayhan 5,5). Allenatore: Dionisi 5

Una doppietta di Beto e Samardzic puniscono il Sassuolo: l’Udinese si impone 3-1

Un Sassuolo troppo rinunciatario cade in casa contro l’Udinese, col punteggio di 3-1: a decidere il match, influenzato dall’espulsione di Tressoldi sul finire del primo tempo, che lascia in 10 i neroverdi per tutta la ripresa, la doppietta di Beto e la rete di Samardzic che rispondono al vantaggio neroverde firmato da Frattesi nella prima frazione di gioco.

Dopo i tre pareggi consecutivi contro Spezia, Milan e Cremonese, per cercare di tornare alla vittoria nel match casalingo contro un’Udinese particolarmente in forma dopo la vittoria contro la Roma, Dionisi schiera il suo Sassuolo con l’ormai consueto 4-3-3, in cui in avanti, in assenza di Traorè e Berardi, viene confermato il tridente composto dagli esterni Laurientè e Kyriakopoulos e dall’unica punta Pinamonti. In mezzo al campo, Lopez detta i tempi, sostenuto dalle mezzali Henrique e Frattesi. Dietro, a protezione di Consigli, Dionisi sceglie Tressoldi per sostituire Erlic al fianco di Ferrari e dei terzini Toljan e Rogerio. L’Udinese di mister Sottil risponde con un 3-5-2, in cui il tandem d’attacco è composto da Success e Deulofeu.

La gara del Mapei Stadium è avara di emozioni, soprattutto nella prima frazione di gioco. Al contrario di quanto ci si potrebbe aspettare, l’Udinese controlla il gioco, ma fatica a rendersi pericolosa. Le occasioni migliori, allora, capitano al Sassuolo, che sfrutta al meglio la corsia di destra, con l’asse Frattesi-Laurientè, che si intendono già a meraviglia. Al 33′, dopo un errore di Ebosse, proprio uno scambio tra i due porta al gol del vantaggio dei neroverdi: Laurientè imbecca Frattesi, che si inserisce in area e batte Silvestri sul suo palo, firmando la rete dell’1-0. Il Sassuolo va subito vicino al raddoppio al 38′, quando è Frattesi a rendere l’assist a Laurientè, sulla cui conclusione si supera Silvestri, deviando in corner. Al 43′, la svolta del match: errore di Henrique, che mette in moto Deulofeu, il quale serve Success, che si invola verso la porta: fallo da ultimo uomo di Tressoldi al limite dell’area ed espulsione del numero 44 neroverde, che lascia in dieci i suoi per tutta la ripresa.

In avvio di secondo tempo, Dionisi si copre, inserendo Ayhan per Kyriakopoulos, mentre l’Udinese inserisce Ehizibue e Samardzic per portare freschezza alla propria manovra. Nonostante il cambio di Dionisi, il Sassuolo soffre, però, molto l’inferiorità numerica e fatica ad uscire dalla propria metà campo, mentre col passare dei minuti, l’Udinese prende coraggio e spinge alla ricerca del pari, anche grazie ai cambi di Sottil, che inserisce anche Beto e Nestorovski per Success e Walace, passando alle tre punte in avanti, mentre il Sassuolo si copre ulteriormente con l’ingresso di Thorstvedt e Harroui per i migliori in campo tra i neroverdi Frattesi e Laurientè. Il coraggio degli ospiti viene premiato al 75′, quando proprio il neoentrato Beto sfrutta al meglio un cross di Pereyra per battere Consigli e riportare il match in parità sul risultato di 1-1. Il Sassuolo arriva al 90′ senza attaccanti, visto che all’80’ entra anche Marchizza per uno stremato Pinamonti. Nel recupero arriva, però, la doccia gelata per i neroverdi: prima, al 91′, Samardzic porta in meritato vantaggio l’Udinese, con una pregevole conclusione da fuori, poi, un minuto più tardi, col Sassuolo sbilanciato in avanti alla ricerca del pari, Beto chiude il match in contropiede, battendo Consigli per la rete del 3-1 finale.

Il tabellino:

Sassuolo – Udinese 1-3

Reti: 33′ Frattesi (S), 75′, 93′ Beto (U), 91′ Samardzic (U).

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Tressoldi, Ferrari, Rogerio; Frattesi (68′ Harroui), Lopez, Henrique (91′ Alvarez); Laurientè (68′ Thorstvedt), Pinamonti (80′ Marchizza), Kyriakopoulos (46′ Ayhan). A disposizione: Pegolo, Russo, Obiang, Ceide, Antiste. Allenatore: Alessio Dionisi.

Udinese (3-5-2): Silvestri; Perez, Becao, Ebosse (46′ Ehizibue); Pereyra, Lovric, Walace (67′ Nestorovski), Arslan (46′ Samardzic), Udogie; Deulofeu (81′ Makengo), Success (67′ Beto). A disposizione: Padelli, Piana, Ebosele, Jajalo, Abankwah, Nuytinck. Allenatore: Andrea Sottil.

Arbitro: Sig. Camplone di Pescara. Assistenti: Sig. Alassio – Sig. Pagnotta. Quarto ufficiale: Sig. Giua. VAR: Sig. Di Paolo – Sig. Marchetti.

Note: Ammoniti: Becao (U), Ebosse (U), Ehizibue (U), Lopez (S). Espulso al 43′ Tressoldi (S).

Simone Guandalini

Sassuolo-Udinese 1-1, le parole dei tecnici Dionisi e Cioffi

Al termine di Sassuolo-Udinese, finita 1-1 con le reti di Scamacca per i neroverdi e Nuytinck per i bianconeri, i tecnici delle due squadre, Alessio Dionisi e Gabriele Cioffi, sono intervenuti per commentare il match appena concluso:

Alessio Dionisi, allenatore Sassuolo: “Oggi abbiamo fatto una buona partita e c’è un po’ di rammarico per le occasioni sprecate per andare sul 2-0. 4-3-3? Oggi a due in mezzo al campo avremmo fatto fatica, dovevamo limitare la loro fisicità a centrocampo e nei calci piazzati. Peccato perchè per vincere questa partita serviva andare sul 2-0. Oggi merito ai ragazzi per avere invertito il trend dopo la sconfitta contro il Napoli. Classifica? Non deve essere un assillo, ma oggi potevamo scavalcare il Torino. Mancano ancora due partite; oggi sono abbastanza soddisfatto, ma dobbiamo fare risultato anche nelle prossime gare per concludere bene la stagione”.

Gabriele Cioffi, allenatore Udinese: “Per la gara di oggi, dico bravi ai ragazzi, sia a quelli che hanno giocato che a quelli che non sono scesi in campo. Anche chi è subentrato nella ripresa ha fatto bene e ci ha permesso di pareggiare dopo essere passati in svantaggio. Futuro? Sono molto felice di stare a Udine. Credo che non sia il momento di parlare di futuro perchè ci aspettano ancora altre due partite molto importanti. Tanto del merito di quello che abbiamo fatto è dei ragazzi e dello staff. Questi risultati sono merito di tutti. Già salvi? Comunque non abbiamo la testa libera; noi lavoriamo ogni settimana per fare più punti possibili da qui alla fine del campionato”.

Sassuolo-Udinese 1-1, le pagelle dei neroverdi

Sassuolo 6 (4-3-3): Consigli 6; Muldur 6,5 (86′ Tressoldi s.v.), Ayhan 6, Ferrari 6, Kyriakopoulos 5,5; Frattesi 6 (86′ Traorè s.v.), Lopez 6, Henrique 5,5; Berardi 5,5, Scamacca 6,5 (65′ Defrel 6), Raspadori 6. Allenatore: Dionisi 6.

Sassuolo, non basta Scamacca: l’Udinese trova il pareggio nel finale (1-1)

Il Sassuolo interrompe la striscia di tre ko consecutivi, pareggiando 1-1 al Mapei Stadium contro l’Udinese. Avanti al 6′ con Scamacca, i neroverdi si fanno raggiungere nella ripresa da una rete di Nuytinck, in mischia su calcio d’angolo. Il Sassuolo sale, così, a quota 47 punti in classifica, in vista della trasferta sul campo del Bologna in programma nel prossimo turno.

Per riscattare il pesante ko contro il Napoli (6-1) della scorsa settimana, Dionisi cambia modulo, preferendo al consueto 4-2-3-1 un più prudente 4-3-3. In avanti, Raspadori si allarga sulla corsia di sinistra e affianca l’unica punta Scamacca e Berardi, come sempre a destra. In mezzo al campo, oltre ai soliti Frattesi e Lopez, la novità è rappresentata da Henrique, in campo dal primo minuto come mezzala sinistra. Dietro, a protezione di Consigli, i terzini Muldur e Kyriakopoulos e i centrali Ayhan e Ferrari. L’Udinese risponde con un 3-5-2 in cui la coppia d’attacco è composta da Deulofeu e Pussetto.

Sotto la pioggia che caratterizza il match del Mapei Stadium, dopo un occasione pronti via per l’Udinese, con Deulofeu che calcia in porta trovando la respinta di Consigli, il Sassuolo passa in vantaggio alla prima occasione: al 6′, Raspadori se ne va sulla sinistra con uno slalom tra i difensori ospiti e mette in mezzo per Scamacca che, a pochi passi dalla porta, deve solo appoggiare in rete. E’ 1-0. All’Udinese servono alcuni minuti per riprendersi dalla doccia fredda del vantaggio dei neroverdi, ma la parte centrale del primo tempo è tutta di marca bianconera. Al 19′, l’occasione migliore per gli ospiti, con Makengo che inventa un preciso filtrante per l’inserimento centrale di Pereyra, ma l’argentino manda fuori di un soffio in diagonale. Due minuti più tardi, è Deulofeu a rendersi pericoloso direttamente da corner: la parabola del suo calcio d’angolo mette in difficoltà Consigli che, però, se la cava smanacciando. Nella seconda metà del primo tempo, il Sassuolo ha diverse occasioni per il raddoppio. Al 24′, azione personale di Frattesi, che, servito da Scamacca, se ne va sulla destra, si accentra e calcia: palla alta di poco. Al 30′, occasione per Berardi, che scatta sul filo del fuorigioco e salta Silvestri: palla deviata in corner da un difensore ospite. Al 36′, è, invece, Scamacca, lanciato in contropiede da Lopez, ad arrivare alla conclusione, parata, però, da Silvestri.

Nella ripresa, la prima opportunità, in contropiede, è per l’Udinese: al 53′, Molina serve Deulofeu in velocità, ma sul tiro-cross del fantasista spagnolo Consigli anticipa l’accorrente Pussetto. Due minuti più tardi, risponde il Sassuolo: Muldur se ne va ad Udogie sulla destra, poi crossa per Scamacca che, di testa, manda alto da pochi passi. E’ l’ultima occasione per il numero 91 neroverde, che al 65′ lascia il posto a Defrel, pochi istanti prima di un’occasione per l’Udinese: Walace prolunga un calcio di punizione, la palla lambisce il palo dopo che nessun giocatore bianconero sia riuscito a trovare la deviazione vincente. E’ il preludio al gol del pareggio dell’Udinese: Sassuolo ancora una volta punito su calcio d’angolo. Al 77′, dalla bandierina va Deulofeu, sulla palla tagliata al centro Consigli anticipa Becao, poi Soppy calcia in porta trovando la nuova respinta dell’estremo difensore neroverde, ma sulla ribattuta arriva il neoentrato Nuytinck, che appoggia comodamente nella porta rimasta sguarnita: è 1-1. Udinese vicina a ribaltare il risultato all’82’: Deulofeu se ne va sulla sinistra e mette in mezzo per Samardzic, sulla cui conclusione interviene ancora una volta Consigli: sulla ribattuta, gli ospiti protestano per un fallo da rigore su Soppy, non ravvisato, però, dall’arbitro Marcenaro. Accortosi delle difficoltà della propria squadra, Dionisi corre ai ripari: all’86’, dentro Tressoldi e Traorè per Muldur e Frattesi. I cambi danno il loro effetto: al 90′ è il Sassuolo a sfiorare il 2-1 con un tiro al volo di Ferrari su azione da corner, finito di poco alto. Nel recupero, poi, grande occasione anche per Traorè, ma sul suo diagonale di destro Silvestri si supera deviando in angolo. La gara termina, così, sul punteggio di 1-1.

Il tabellino:

Sassuolo-Udinese 1-1

Reti: 6′ Scamacca (S), 77′ Nuytinck (U).

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Muldur (86′ Tressoldi), Ayhan, Ferrari, Kyriakopoulos; Frattesi (86′ Traorè), Lopez, Henrique; Berardi, Scamacca (65′ Defrel), Raspadori. A disposizione: Satalino, Pegolo, Magnanelli, Rogerio, Djuricic, Ciervo, Peluso, Ceide, Chiriches. Allenatore: Alessio Dionisi.

Udinese (3-5-2): Silvestri; Becao, Marì, Perez (60′ Nuytinck); Molina (61′ Soppy), Pereyra (74′ Samardzic), Walace, Makengo, Udogie; Deulofeu, Pussetto (60′ Nestorovski). A disposizione: Padelli, Gasparini, Zeegelaar, Arslan, Jajalo, Ballarini, Benkovic. Allenatore: Gabriele Cioffi.

Arbitro: Sig. Marcenaro di Genova. Assistenti: Sig. Mondin – Sig. Massara. Quarto ufficiale: Sig. Camplone. VAR: Sig. Di Martino – Sig. Irrati.

Note: Ammoniti: Perez (U), Ayhan (S), Becao (U), Kyriakopoulos (S).

Simone Guandalini

Sassuolo-Udinese 0-0, le pagelle dei neroverdi

Sassuolo (3-4-3) 6

Consigli 6: praticamente inoperoso, sicuro nelle poche circostanze in cui è chiamato in causa.

Ayhan 6: sicuro in fase difensiva. Bravo a sopperire alle mancanze di Berardi in coperturanel primo tempo.

Marlon 6,5: torna titolare dopo tanto tempo e non sfigura. Regge bene il confronto con Okaka.

Ferrari 6: pericoloso e sempre propositivo in fase offensiva e di costruzione, ma perde un pallone sul pressing di Pussetto che poteva costare caro al Sassuolo e gli vale l’ammonizione.

Berardi 6: nel primo tempo fatica in fase di spinta e soffre Zeegelaar sulla corsia di sinistra dell’Udinese. Nel secondo tempo viene avanzato da De Zerbi ed entra più nel vivo del gioco.

Locatelli 6,5: il più lucido in mezzo al campo. Le azioni neroverdi passano sempre dai suoi piedi.

Lopez 6: prova meno appariscente rispetto a quella di Napoli, ma compie un utile lavoro sporco in mezzo al campo. Prezioso anche in fase di costruzione (91′ Obiang s.v.).

Rogerio 6,5: con il 3-4-3 ha più possibilità di spingere e farsi vedere in avanti. Bene anche in fase difensiva.

Traorè 5,5: soffre la fisicità dei difensori dell’Udinese, sostituito all’intervallo. (46′ Muldur 6,5: porta freschezza, spinta e cross sulla corsia di destra. Prova positiva).

Caputo 5,5: in ombra per tutto il match, non riesce a rendersi pericoloso al rientro dall’infortunio che lo aveva tenuto fuori a Napoli (77′ Raspadori s.v.).

Boga 5,5: non riesce a sfruttare la sua velocità contro la fisicità dei difensori ospiti. Non ancora nella miglior condizione. (64′ Defrel 5,5: non riesce a portare il cambio di ritmo che De Zerbi avrebbe desiderato da lui).

Allenatore: De Zerbi 6: sorprende tatticamente confermando il 3-4-3 di Napoli, che diventa 4-2-3-1 in fase difensiva. Il suo Sassuolo non è, però, brillante come al solito, anche a causa di un’Udinese molto chiusa in fase difensiva.

Simone Guandalini

Foto: sassuolocalcio.it

Pareggio a reti bianche al Mapei Stadium: Sassuolo-Udinese 0-0

Il Sassuolo non sfrutta l’opportunità di passare due giorni al primo posto in classifica, in attesa della gara del Milan di domenica sera. Contro l’Udinese, in una gara dalle poche occasioni, gli uomini di De Zerbi si devono accontentare di un pareggio a reti inviolate, che li mantiene momentaneamente al secondo posto a quota 15 punti.

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia va in scena la sfida tra la seconda a sorpresa, il Sassuolo, e la penultima in classifica, l’Udinese. Per la gara contro i bianconeri, nonostante i recuperi di Berardi e Caputo, in campo dal primo minuto, De Zerbi conferma il 3-4-3 visto a Napoli, che si trasforma nel consueto 4-2-3-1 in fase difensiva, grazie alle scalate degli esterni Berardi e Rogerio. Davanti a Consigli, Marlon prende il posto dell’indisponibile Chiriches al centro del terzetto arretrato. In mezzo al campo, conferme per Locatelli e Lopez, mentre in avanti, Boga e Traorè sostengono l’unica punta Caputo. L’Udinese risponde con un 3-5-2, in cui la coppia offensiva è composta da Pussetto e Okaka.

Il primo tempo è avaro di emozioni. Il Sassuolo prova, come di consueto, a fare la partita, ma l’Udinese è solida in fase difensiva chiude bene ogni spazio. Così, alla mezz’ora, sono gli ospiti ad avere la prima importante occasione: Zeegelaar crossa dalla sinistra e De Paul è libero di calciare sul secondo palo, ma trova la deviazione di un difensore neroverde. Al 39′, risponde il Sassuolo con un doppio tiro dalla distanza. Prima è Berardi a calciare dal limite, trovando la risposta di Musso, poi tocca a Ferrari, in proiezione offensiva, provare la conclusione, che si spegne di poco a lato.

In avvio di ripresa, De Zerbi inserisce Muldur per Traorè, spostando Berardi in posizione più avanzata nel 3-4-3 dei neroverdi. La gara prosegue, però, sulla stessa falsariga dei primi 45 minuti di gioco. Le occasioni da gol latitano; l’unico brivido per il Sassuolo arriva al 48′, quando Locatelli perde palla al limite dell’area, ma l’Udinese non ne approfitta. Al 64′, secondo cambio per il Sassuolo: dentro Defrel per un evanescente Boga, ancora lontano dalla forma migliore dopo la lunga assenza. Al 77′, dentro anche Raspadori al posto di Caputo, non al meglio dopo aver saltato la gara di Napoli. Il match, però, non si sblocca, nonostante il Sassuolo sia più propositivo in fase offensiva. Il muro difensivo degli ospiti regge e la gara termina sul punteggio, inusuale per i neroverdi di De Zerbi, di 0-0.

Il tabellino:

Sassuolo-Udinese 0-0

Sassuolo (3-4-3): Consigli; Ayhan, Marlon, Ferrari; Berardi, Lopez (91′ Obiang), Locatelli, Rogerio; Traorè (46′ Muldur), Caputo (77′ Raspadori), Boga (64′ Defrel). A disposizione: Turati, Vitale, Magnanelli, Peluso, Bourabia, Kyriakopoulos, Schiappacasse. Allenatore: Roberto De Zerbi.

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Nuytinck, Samir; Larsen, De Paul, Arslan, Pereyra, Zeegelaar; Pussetto (65′ Deulofeu), Okaka (84′ Lasagna). A disposizione: Gasparini, Scuffet, Ouwejan, Makengo, Bonifazi, Molina, Ter Avest, Nestorovski, Forestieri, De Maio. Allenatore: Luca Gotti.

Arbitro: Sig. Abbattista di Molfetta. Assistenti: Sig. Galetto -Sig. Di Gioia. Quarto ufficiale: Sig. Massimi. VAR: Sig. Banti-Sig. Liberti.

Note: Ammoniti: Pussetto (U), Nuytinck (U), Traorè (S), Ferrari (S).

Simone Guandalini

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑