Si è giocato nel tardo pomeriggio di oggi alle 18:50 Milano-Modena all’ Allanz Cloud di Milano. Big match della settima giornata, in turno infrasettimanale, tra due squadre ottime squadre. Modena ha convinto nei momenti più importanti, con un po’ di fortuna, ma c’è ancora da migliorare la battuta. Milano squadra importante, ma ancora un po’ acerba, in costante crescita.

Roberto Piazza ha messo in campo il seguente sestetto : Sbertoli, Aziz, Gironi, Petric, Clevenot, Kozarmenik e Pesaresi libero. Andrea Giani risponde con : Christenson, Zaytsev, Bednorz, Anderson, Mazzone, Holt, Rossini. Entrano in gioco Kaliberda, poco concreto e Bossi, autore di uno ottimo spezzone di partita con l’ingresso da titolare nel terzo set.

Primi due set complicati, ma Modena gioca molto bene, Christenson alti e bassi, molto bene Anderson e soprattutto Holt in crescendo. Zaytsev stratosferico macina punti. Bednorz discreta prestazione, qualche errore, ma positivo. Mazzone non proprio in serata, bene Rossini.

Modena riesce a vincere i primi due set ai vantaggi, nei quali regna l’ equilibrio, chiusi dalle giocate individuali, per esempio nel primo set l’ultimo punto è un muro di Christenson 29-27 Modena. Nel secondo Modena è in palla, e arriva a un buon vantaggio 18-14 a favore. Petric Clevenot e Aziz macinano punti e se la giocano fino ai vantaggi ma Zaytsev e compagni vincono 30-28 e 2-0.

Nel terzo set crollo generale nelle fila lombarde, Modena gioca una pallavolo perfetta, Zaytsev e Bednorz martellano i padroni di casa, belle giocate per Elia Bossi, che ha ben figurato. Nel finale Modena rischia qualcosa, 21-14 e sembra tutto fatto, Milano invece non molla nulla e arriva fino al 24-18. Il terzo e ultimo set si chiude di fatto sul 25-20 Modena, tre punti pesanti, morale risollevato e domenica al Pala Panini arriva Trento, sold out di routine per un inizio di stagione molto convincente.

Foto add. stampa Modena Volley,