Non era scontata e non lo è stata. Latina-Modena, durata un paio di ore, si è giocata oggi pomeriggio alle 15:30, in un orario insolito. Zaytsev e compagni arrivano nel Lazio per continuare il trend positivo che sta vivendo Modena Volley.

L’ex allenatore giallo blu Lorenzo Tubertini invece ha messo questa formazione : Sottile al palleggio. In attacco Patry, Van Garderen e Palacios. Al centro Szwarc e Rossi. Cavaccini libero.

Andrea Giani risponde con questa formazione Christenson al palleggio, Zaytsev, Bednorz e Kaliberda schiacciatori. Nel ruolo di centrale Mazzone e Holt, chiude Rossini libero. Unico ingresso in campo Estrada, non giudicabile.

Per i padroni di casa molto bene Patry e Rossi, a tratti l’ex giallo blu Van Garderen. Malissimo Palacios. In palleggio Sottile sempre affidabile, Cavaccini parte discretamente, crolla poi sul finale.

Per Modena invece, spettacolare a tratti Christenson, Zaytsev è il mattatore di serata. Bednorz migliora punto dopo punto, con una prova sufficiente. Kaliberda, il sostituto di Anderson, è in gran giornata, senza contare la prestazione dello Zar a mio parere il tedesco sarebbe stato il migliore in campo. Mazzone e Holt efficaci a muro, e il secondo soprattutto in battuta con diversi ace nel tabellino. Rossini gara senza sbavature, Per Estrada nessuna occasione di fare punti.

Modena si porta a casa una vittoria da tre punti per la fiducia. Il primo set molto combattuto se lo aggiudica 25-23, nel secondo invece perde a testa alta 28-26 con Latina capace di tenere testa agli emiliani. Terzo set imbarazzante, vinto dai giallo blu per 25-13. Nel quarto ed ultimo set vince ancora Modena per gli errori fatali sul finale di Van Garderen e Patry. Zaytsev implacabile sino alla fine.

Modena espugna Latina, e con la tesa è già alla prossima gara : mercoledì alle 20:30 al Pala Panini arriva la Lube, classica del volley italiano, può essere già decisiva in chiave play off.

Foto add. stampa Modena.