Tempo di play off, con i biancorossi di mr. Riolfo che tornano in campo dopo mesi di chiacchiere. L’avversario è l’Alessandria, squadra arrivata quinta nel girone A vinto dal Monza.

Il Carpi è sceso in campo con la seguente formazione: Nobile tra i pali, supportato dalla difesa a quattro formata da Pellegrini, Varga, Sabotic, e Sarzi Puttini. Centrocampo a tre con Saber e Saric intoccabili, più Pezzi che completa il reparto. Attacco a due con Vano e Biasci ispirati da Jelenic trequartista. Solita girandola di cambi partendo con Simonetti e Lomolino, successivamente Cianci in attacco fino agli ultimi due con Boccaccini e Maurizi.

Ritmi blandi tanta confusione, e il gran caldo non aiutano, ma la partita è stata molto emozionante, e conferma il fattore play off amico dei biancorossi. Primo tempo altalenante con l’Alessandria pericolosa con Eusepi e Prestia, non incisivi. Verso la metà del primo tempo il Carpi prende coraggio e va all’attacco con Jelenic che ingrana gioco e pericolo, servendo l’assist del vantaggio di Biasci allo scadere del primo tempo: fiducia ed entusiasmo !

Fiducia ed entusiasmo che sembrano però essere durati i quindici minuti di intervallo; nella prima mezz’ora di ripresa il Carpi è frastornato per usare un eufemismo, con due rigori assegnati all’Alessandria, black out. Eusepi, l’uomo che già nel primo tempo aveva messo in gran difficoltà i biancorossi segna due rigori in modo impeccabile, piemontesi in vantaggio.

Gli ospiti allenati da mr. Gregucci cercano il tris, ma i padroni di casa non ci stanno e con le varie sostituzioni ritrovano grinta e coraggio. L’Alessandria non molla, anzi prova il tris sinonimo di qualificazione, ma Nobile è fortunato e attento a non subirne altri, anche con un po’ di nervosismo di troppo.

A pareggiare i conti è Biasci, con la doppietta, approfittando di un errore clamoroso a palla alta del portiere piemontese. Due doppiette quindi chiudono la gara e dopo cinque di recupero il fischietto Meraviglia pone fine alle ostilità. Il Carpi passa al turno successivo, e giocherà ancora al Cabassi, ma l’avversario e la data uscirà nei prossimi giorni, i play off sono sempre biancorossi.

Foto sito Carpi.