Con un incredibile rimonta da 3-1 a 4-3 il Sassuolo supera il Bologna in trasferta e si porta al secondo posto in classifica, a quota dieci punti, dopo quattro giornate.

Per il derby emiliano, valido per la quarta giornata di campionato e che si disputa allo stadio Dall’Ara, tra Bologna e Sassuolo, mister De Zerbi conferma il 4-2-3-1 che sta regalando soddisfazioni ai neroverdi in questo avvio di stagione. In difesa, l’indisponibile Toljan, positivo al Covid-19, è sostituito da Kyriakopoulos, mentre sulla trequarti Traorè viene preferito a Defrel. Questi gli unici cambi rispetto agli undici che avevano sconfitto il Crotone prima della sosta per le nazionali. In campo gli “azzurri” Berardi, Caputo e Locatelli, in panchina si rivede Boga, finalmente recuperato dopo la positività al Coronavirus. Il Bologna di Mihajlovic risponde con un modulo speculare in cui Orsolini, Soriano e Barrow sostengono l’unica punta Palacio.

Il primo tempo è ricco di emozioni. Dopo poco più di un quarto d’ora, il punteggio è già di 1-1. Al 9′ è il Bologna, partito meglio, a passare in vantaggio con Soriano, ben servito da Palacio che, con un taglio in profondità, porta via Chiriches e Ferrari, lasciando libero il compagno al centro dell’area. Al 18′ arriva il pareggio di Berardi: dopo una cavalcata partita dalla difesa, Chiriches appoggia il pallone al numero 25 neroverde, che, da fuori area, batte Skorupski con un preciso mancino a giro. Il Sassuolo non è, però, quello delle ultime gare e nel finale di tempo arriva il 2-1 dei padroni di casa. Ancora Palacio e Soriano protagonisti: sponda dell’argentino e il trequartista rossoblù serve l’accorrente Svanberg, che deve solo appoggiare in rete, battendo l’incolpevole Consigli.

In avvio di ripresa i ritmi salgono ancora e succede di tutto. Al 60′, il Bologna sembra riuscire a chiudere il match: Locatelli perde palla al limite dell’area e Orsolini ne approfitta battendo Consigli, anche grazie ad una leggera deviazione, e firmando il 3-1. Dopo il gol subito, De Zerbi rivoluziona la squadra, inserendo Ayhan, Lopez e Raspadori per Muldur, Bourabia e Traorè. I cambi danno la scossa ai neroverdi e il via alla rimonta. Al 64′, Djuricic accorcia le distanze su assist di Caputo, poi, sei minuti più tardi, è lo stesso numero 9 del Sassuolo che approfitta di un errore di Palacio su corner di Raspadori per firmare la rete del pareggio. Non è finita qui: i neroverdi cercano il clamoroso vantaggio, che arriva al 77′: cross di Kyriakopoulos e Skorupski devia il pallone sulle gambe di Tomiyasu, che insacca sfortunatamente nella propria porta. Nel finale, De Zerbi si copre, inserendo Obiang per Djuricic e Peluso per Ferrari. Il Bologna ci prova fino all’ultimo dei 6 minuti di recupero concessi, ma è il Sassuolo a sfiorare il 5-3 con un contropiede di Raspadori, fermato all’ultimo da Mbaye con un intervento alla disperata.

Il tabellino:

Bologna-Sassuolo 3-4

Reti: 9′ Soriano (B), 18′ Berardi (S), 39′ Svanberg (B), 60′ Orsolini (B), 64′ Djuricic (S), 70′ Caputo (S), 77′ aut. Tomiyasu (B).

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri (65′ Mbaye), Danilo, Tomiyasu, Hickey; Schouten, Svanberg (65′ Dominguez); Orsolini, Soriano, Barrow (75′ Sansone); Palacio (75′ Santander). A disposizione: Baldursson, Calabresi, Da Costa, Denswil, Luci, Michael, Paz, Vignato. Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur (61′ Ayhan), Chiriches, Ferrari (91′ Peluso), Kyriakopoulos; Bourabia (61′ Lopez), Locatelli; Berardi, Djuricic (81′ Obiang), Traore (61′ Raspadori); Caputo. A disposizione: Boga, Defrel, Magnanelli, Marlon, Pegolo, Ricci, Turati. Allenatore: Roberto De Zerbi.

Arbitro: Sig. Doveri di Roma 1. Assistenti: Sig. Liberti-Sig. Rossi. Quarto ufficiale: Sig. Illuzzi Var: Sig. Di Paolo-Sig. Giallatini.

Note: Ammoniti: Svanberg (B), Skorupski (B), Locatelli (S), Mbaye (B), Ayhan (S).

Simone Guandalini

Foto: sassuolocalcio.it