Sassuolo (4-2-3-1) 6,5

Consigli 6: incolpevole nei primi due gol del Bologna, sfortunato sul terzo, quando una deviazione gli impedisce di compiere la parata.

Muldur 5,5: fuori posizione in occasione del 2-1 di Svanberg, spinge poco in fase offensiva (61′ Ayhan 6: sicuro in fase difensiva, pericoloso nei calci piazzati)

Chiriches 5,5: in difficoltà in occasione del gol di Soriano, avvia l’azione del pareggio di Berardi. In generale, la difesa neroverde soffre troppo la manovra del Bologna.

Ferrari 6: si fa attrarre da Palacio in occasione del gol dell’1-0 e fatica come il resto della difesa nel primo tempo. In avanti è sempre pericoloso e sfiora il gol in più occasioni. (91′ Peluso s.v.)

Kyriakopoulos 6: non perfetto in difesa, ma dai suoi piedi parte il cross poi deviato nella propria porta da Tomiyasu per il definitivo 4-3.

Bourabia 6: non brilla in impostazione, ma la sua presenza è preziosa in fase di interdizione. (61′ Lopez 6,5: è uno dei tre cambi con cui De Zerbi dà una svolta alla partita. Buon esordio in maglia neroverde)

Locatelli 6: bene come al solito in fase di impostazione, ma il voto cala leggermente per l’errore in uscita che regala ad Orsolini la palla del momentaneo 3-1.

Berardi 7: il migliore nel Sassuolo. Trova l’1-1 con un bel tiro dal limite, poi anche nella ripresa è sempre pericoloso.

Djuricic 6: il gol del 2-3 impreziosisce una gara altrimenti anonima. Fatica più del solito ad illuminare la manovra neroverde. (81′ Obiang 6: porta fisicità e interdizione nei minuti finali del match).

Traorè 5,5: si vede poco, fatica ad entrare in partita. (61′ Raspadori 6,5: il suo ingresso, insieme a quelli di Ayhan e Lopez, cambia il volto del match. Nel finale meriterebbe la rete per una straordinaria serpentina, ma Mbaye lo ferma all’ultimo in scivolata).

Caputo 6,5: trova il gol del 3-3, sfruttando da attaccante vero una svirgolata di Palacio nella propria area di rigore. Sempre pericoloso, serve l’assist per il 2-3 di Djuricic.

Allenatore: De Zerbi 6,5: dopo un primo tempo difficile, cambia il volto del Sassuolo, inserendo Ayhan, Lopez e Raspadori al 60′. Da quel momento i neroverdi dominano il match e trovano una rimonta pazzesca, che li porta al secondo posto in classifica.

Simone Guandalini

Foto: sassuolocalcio.it