Con un’altra incredibile rimonta il Sassuolo porta a casa un punto dalla sfida contro il Torino (3-3). I neroverdi si portano, così, a quota 11 punti in classifica, in attesa delle altre gare della quinta giornata di Serie A.

Per provare a continuare la striscia di tre vittorie consecutive, in quello che è quasi un duello testa-coda contro il Torino ancora fermo a 0 punti, De Zerbi conferma il collaudato 4-2-3-1. Tre le novità principali: in avanti, Raspadori viene schierato dal primo minuto alle spalle di Caputo; in mezzo al campo Lopez affianca Locatelli, mentre in difesa Ayhan parte titolare sulla corsia di destra. Giampaolo schiera il Torino con un 4-3-1-2, in cui Lukic agisce alle spalle di Verdi e Belotti.

Come era accaduto anche contro Crotone e Bologna, nella fitta nebbia che avvolge il Mapei Stadium il Sassuolo fatica nella prima frazione di gioco. Gli uomini di De Zerbi non riescono ad imporre il proprio gioco, mentre il Torino è più propositivo e si fa vedere in avanti in più occasioni. Al 9′, brutto errore di Lopez, che perde il pallone al limite della propria area: ne approfitta Verdi, ma è bravo Consigli a negargli il gol in uscita. Al 18′, ancora pericolosi gli ospiti: Meitè calcia in porta dalla destra ed è ancora Consigli a salvare il risultato in tuffo. Il Sassuolo si fa vedere in avanti solo con una conclusione di Berardi, che dal limite dell’area impegna Sirigu, bravo a rispondere la numero 25 neroverde nella circostanza. Si tratta, però, di un’occasione estemporanea. Al 33′, infatti, arriva il vantaggio del Torino: Vojvoda crossa dalla destra e Linetty, lasciato completamente libero al centro dell’area, insacca senza difficoltà, firmando l’1-0.

Come da copione delle precedenti partite, nella ripresa il Sassuolo parte meglio e, anche grazie al fatto che la nebbia si alza un po’ dal terreno di gioco, la gara diventa più frizzante. Al 61′, è Chiriches a rendersi pericoloso, ma la sua conclusione viene deviata dalla difesa ospite. Il Torino, però, non ci sta a farsi schiacciare e si fa vedere tre volte dalle parti di Consigli, decisivo per mantenere il punteggio sullo 0-1. Prima, al 54′, è Belotti a colpire di testa, impegnando il numero 47 neroverde. Poi, al 57′, tocca a Verdi avere l’occasione per chiudere il match, ma Consigli si supera in uscita bassa. Sul corner seguente, l’estremo difensore neroverde vola a respingere un colpo di testa del solito Belotti. Al 61′, De Zerbi opera tre cambi, inserendo Muldur, Bourabia e il rientrante Boga per Ayhan, Lopez e Raspadori. Dopo la clamorosa traversa colpita da Singo con un cross dalla strana traiettoria, sale in cattedra Djuricic. Prima, al 69′, il numero 10 neroverde serve con un cross al bacio Boga, ma l’ivoriano si divora l’1-1 di testa da pochi passi. Poi, al 71′, si mette in proprio, sfruttando un traversone di Muldur per insaccare con un pregevole colpo di tacco al volo, che beffa Sirigu. Dopo il pareggio, De Zerbi inserisce Rogerio per Kyriakopoulos e il Sassuolo prova a spingere alla ricerca del vantaggio. Nel momento migliore dei neroverdi, però, il Torino trova un uno-due micidiale. Al 77′, segna Belotti, sfruttando un contrasto vinto contro Chiriches per battere Consigli. Al 79′, Lukic fa 3-1 con un preciso destro dal limite dell’area dopo un uno-due con il Gallo. La gara sembra chiusa, ma il Sassuolo non muore mai: all’84’, Chiriches trova il 3-2 con una sassata dalla distanza, che si infila nell’angolino alla destra di Sirigu. Un minuto più tardi, è Caputo a firmare il clamoroso pareggio: il numero 9 neroverde colpisce di testa su cross di Berardi e trova l’insperato 3-3. Nei sette minuti di recupero c’è spazio anche per Traore al posto di Djuricic, ma il risultato non cambia, nonostante il Sassuolo faccia di tutto per trovare il gol del 4-3.

Il tabellino:

Sassuolo-Torino 3-3

Reti: 33′ Linetty (T), 71′ Djuricic (S), 77′ Belotti (T), 79′ Lukic (T), 84′ Chiriches (S), 85′ Caputo (S).

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Ayhan (61′ Muldur), Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos (74′ Rogerio); Lopez (61′ Bourabia), Locatelli; Berardi, Raspadori (61′ Boga), Djuricic (96′ Traorè); Caputo. A disposizione: Turati, Marlon, Magnanelli, Rogerio, Peluso, Obiang, Ricci, Haraslin. Allenatore: Roberto De Zerbi.

Torino (4-3-1-2): Sirigu; Vojvoda (62′ Singo), Bremer, Lyanco, Rodriguez (89′ Ansaldi); Meitè, Rincon (89′ Segre), Linetty; Lukic; Verdi (73′ Nkoulou), Belotti. A disposizione: Ujkani, Rosati, Gojak, Edera, Bonazzoli, Murru, Vianni, Buongiorno. Allenatore: Marco Giampaolo.

Arbitro: Sig. Guida di Torre Annunziata. Assistenti: Sig. Valeriani-Sig. Costanzo. Quarto ufficiale: Sig. Prontera. VAR: Sig. Di Paolo-Sig. Lo Cicero.

Note: Ammoniti: Vojvoda (T), Ferrari (S), Rincon (T), Berardi (S).

Simone Guandalini