Con l’importante vittoria esterna sul campo del Napoli, il Sassuolo si porta al secondo posto in solitaria, a quota 14 punti, alle spalle del Milan capolista. A decidere la gara del San Paolo, le reti di Locatelli su rigore e di Lopez nel recupero, entrambe arrivate nella ripresa.

Per lo scontro diretto con il Napoli (entrambe le squadre hanno 11 punti prima del match), De Zerbi deve rinunciare a quasi tutto il suo reparto offensivo: assenti Berardi, Caputo e Djuricic. Il tecnico neroverde decide di rivoluzionare la squadra, proponendo un inedito 3-4-3. Davanti a Consigli, Ayhan e Ferrari affiancano il centrale Chiriches; a centrocampo Locatelli e Lopez supportano gli esterni Muldur e Rogerio, mentre in avanti l’unica punta Raspadori è accompagnata da Traorè e Boga, al rientro dal primo minuto dopo la positività al Covid-19. Il Napoli di Gattuso risponde con il consueto 4-2-3-1, in cui l’ex Politano, Mertens e Lozano supportano l’unica punta Osimhen.

Nella prima frazione di gioco, il Napoli fa la partita, sfruttando anche le difficoltà di formazione del Sassuolo, ma i neroverdi ribattono colpo su colpo provando a pungere in zona offensiva, grazie alla velocità dei suoi attaccanti. Le occasioni più clamorose per i partenopei capitano sui piedi di Osimhen: all’11’, Consigli regala la palla all’attaccante nigeriano, che, da ottima posizione, non riesce a battere il numero 47 neroverde, bravo a riprendere la posizione. Al 32′, Osimhen sfrutta, invece, un errore di Muldur su rimessa laterale per arrivare alla conclusione, che termina, però, alta sopra la traversa. Il Sassuolo ha ottime percentuali di possesso palla, ma l’unica azione realmente pericolosa arriva al 43′, quando Boga calcia dalla distanza, trovando la risposta di Ospina, che devia in angolo.

Nella ripresa il copione rimane invariato, il Napoli fa la partita, ma al 59′ il Sassuolo colpisce. Di Lorenzo atterra Raspadori in area di rigore e Mariani, con l’aiuto del VAR, assegna il calcio di rigore. Dal dischetto va Locatelli, che non sbaglia e porta in vantaggio il Sassuolo. Il Napoli prova a reagire al 66′, quando Politano crossa per Mertens, il quale colpisce al volo da ottima posizione, ma manda a lato di poco. Al 68′, primo cambio per il Sassuolo: Defrel prende il posto di Traorè nell’attacco neroverde. All’80’ dentro Kyriakopoulos e Obiang per Muldur e Boga, poi anche Marlon e Bourabia per Chiriches e Raspadori. Nel finale il Napoli tenta l’assedio, ma il Sassuolo resiste, nonostante il brivido al 91′ per una rete annullata a Manolas per fuorigioco. Al 95′, dopo le proteste del Napoli per una trattenuta su Osimhen in area di rigore, arriva anche il 2-0 di Lopez, bravo ad insaccare in contropiede dopo uno slalom tra la difesa del Napoli.

Il tabellino:

Napoli-Sassuolo 02

Reti: 59′ rig. Locatelli, 95′ Lopez.

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj (70′ Mario Rui); F. Ruiz, Bakayoko; Politano (78′ Zielinski), Mertens (70′ Elmas), Lozano (65′ Petagna); Osimhen. A disposizione: Contini, Demme, Ghoulam, Lobotka, Maksimovic, Malcuit, Meret, Rrahmani. Allenatore: Gennaro Gattuso.

Sassuolo (3-4-3): Consigli; Ayhan, Chiriches (87′ Marlon), Ferrari; Muldur (80′ Kyriakopoulos), Locatelli, Lopez, Rogerio; Traore (68′ Defrel), Raspadori (87′ Bourabia), Boga (80′ Obiang). A disposizione: Ovidiu Steau, Pegolo, Peluso, Piccinini, Turati, Vitale. Allenatore: Roberto De Zerbi.

Arbitro: Sig. Mariani di Aprilia. Assistenti: Sig. Di Iorio-Sig. Scatragli. Quarto ufficiale: Sig. Pezzuto. VAR: Sig. Fourneau-Sig. De Meo.

Note: Ammoniti: Locatelli (S), Manolas (N), Bourabia (S), Ospina (N).

Simone Guandalini

Foto: sassuolocalcio.it