Si torna in campo dopo la “Manita” subita domenica scorsa in casa della Samb. Si gioca il recupero della diciassettesima giornata del girone B di serie C, Carpi-Feralpisalò, di mercoledì ventisette gennaio alle ore 15:00 al Cabassi.

Mr. Foschi alla prima al Cabassi mette in campo la seguente formazione con una variante nel modulo. Si gioca con il 4-3-3, per adattare in squadra il neo giocatore biancorosso Llamas, giunto in Emilia in settimana. In porta Rossini protetto dalla difesa a quattro composta da Sabotic, Venturi, Varoli ed Ercolani. Centrocampo a tre invece formato da Bellini, Ghion e Fofana. Chiude il reparto offensivo, da oggi a tre volti composto da Llamas, Ferretti e De Cenco.

Ore 15:00 il direttore di gara Francesco Carrione fischia l’inizio della partita. Timido inizio fino al dodicesimo con la classica fase di studio delle due squadre, Ceccarelli per il club lombardo prova il goal in contropiede, ma la difesa del Carpi tira un sospiro di sollievo. Il sollievo dura pochi minuti, fino al diciassettesimo con D’Orazio che trafigge di collo la porta dell’estremo difensore biancorosso, 0-1 Feralpisalò e Carpi ancora in difficoltà. Il primo tempo dei padroni di casa è assente, gli ospiti provano a più riprese il raddoppio che arriverà puntualmente al minuto quarantuno, con D’Orazio che sigla la sua doppietta personale. Mr. Foschi non vuole ripetere la figuraccia di domenica scorsa e prima dell’intervallo Bellini suona la carica, accorciando le distanze al quarantaquattresimo. Francesco Carrione manda le squadre negli spogliatoi sul 1-2 Feralpisalò.

Nel Carpi inizio ripresa entra Mastour al posto di Fofana, e Rossini invece si dimostra per l’ennesima volta in questa stagione super-man biancorosso: a inizio ripresa salva l’impossibile ai danni di una pennellata di Carraro, i padroni di casa rimangono in scia! Altre sostituzioni tra le fila emiliane dentro Giovannini, Lomolino, Marcellusi e Bayeye. Il Carpi non riesce a trovare il pari, e allo stesso tempo gli ospiti sono abili a controllare il vantaggio ottenuto nel primo tempo. Sul finale un cartellino rosso (doppia ammonizione) ai danni di Marcellusi, Carpi in dieci e seconda sconfitta consecutiva nonostante il cambio di allenatore.

Il Carpi tornerà in campo lunedì sera sempre al Cabassi contro un insidioso Mantova. Il dieci febbraio infine si giocherà l’ultimo dei recuperi Covid in casa del Padova, per cercare di non piombare nelle zone calde della classifica.

Fonti e foto sito Carpi.