Continua il periodo no del Sassuolo, che, al Mapei Stadium, viene sconfitto per 2-1 dallo Spezia. In vantaggio nel primo tempo con Caputo, i neroverdi si fanno rimontare dalle reti di Erlic e Gyasi, entrambe arrivate su azione da corner. I neroverdi rimangono, così a quota 31 punti in classifica, in vista della prossima gara contro il Crotone.

Per la gara casalinga contro lo Spezia, De Zerbi conferma il consueto 4-2-3-1, in cui Traorè, Djuricic e Boga sostengono l’unica punta Caputo. Lo Spezia di Italiano risponde con un 4-3-3, in cui il tridente è formato dagli esterni Verde e Gyasi e da Agudelo, che agisce da falso nueve.

Al Mapei Stadium, il primo tempo è un crescendo di emozioni. La gara, infatti, parte lenta, con le due squadre che si studiano e l’unica doppia occasione dei primi venti minuti che capita allo Spezia, prima con un tiro-cross di Verde deviato sulla traversa da Consigli al 17′, poi, sul corner seguente, con una conclusione di Maggiore, respinta dal portiere neroverde. Dalla metà della prima frazione in avanti, però, la partita si accende. Al 25′, su lancio di Ferrari, Djuricic tocca, con un pregevole tacco al volo, per Obiang, che verticalizza per Caputo, il quale, solo davanti a Provedel, non può sbagliare la conclusione che vale l’1-0. Al 39′, lo sfortunatissimo Boga deve lasciare il campo, a causa di un problema muscolare accusato durante un allungo in velocità: al suo posto entra Haraslin. Pochi secondi dopo, lo Spezia trova il pareggio: su corner di Bastoni, Erlic, lasciato colpevolmente libero da Obiang, di testa firma l’1-1. Il Sassuolo risponde subito: al 42′ Djuricic segna con un bel diagonale di sinistro dopo un uno-due con Traorè, ma la rete viene annullata dal VAR per un fuorigioco di Caputo in avvio di azione. Un minuto più tardi, ci prova anche Traorè, ma Provedel devia in corner.

Nella ripresa, i ritmi tornano a calare. Al 51′, si rende pericoloso lo Spezia, ma il colpo di testa di Maggiore termina a lato. Al 55′, grande occasione per il Sassuolo in contropiede, ma Traorè si intestardisce nell’azione personale e non serve il liberissimo Caputo al centro dell’area, preferendo calciare in porta e vedendosi respingere la conclusione da Provedel. Due minuti più tardi, è ancora il portiere ospite a salvare in tuffo su Haraslin. Al 64′, De Zerbi si gioca un doppio cambio: torna in campo dopo un mese Berardi al posto di Traorè ed entra anche Defrel al posto di Djuricic. Al 78′, però, ancora una volta su calcio d’angolo, arriva il 2-1 dello Spezia: la palla, spizzata da Ismajili, arriva sui piedi di Gyasi, che, da pochi passi, porta in vantaggio gli ospiti. Nel finale, De Zerbi si gioca la carta Raspadori, togliendo Haraslin, a sua volta subentrato nel primo tempo all’infortunato Boga. Spazio anche per Magnanelli al posto di Obiang, ma l’assalto finale dei neroverdi non porta alcun frutto e, dopo quattro minuti di recupero la gara termina sul punteggio di 1-2.

Il tabellino:

Sassuolo-Spezia 12

Reti: 25′ Caputo (Sa), 39′ Erlic (Sp), 78′ Gyasi (Sp).

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Marlon, Ferrari, Rogerio; Obiang (82′ Magnanelli), Locatelli; Traorè (64′ Berardi), Djuricic (64′ Defrel), Boga (39′ Haraslin) (82′ Raspadori); Caputo. A disposizione: Pegolo, Ayhan, Peluso, Chiriches, Toljan Oddei, Kyriakopoulos. Allenatore: Roberto De Zerbi.

Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Erlic, Terzi (54′ Ismajili), Bastoni; Sena 889′ Acampora), Ricci, Maggiore (89′ Chabot); Verde (64′ Farias), Agudelo, Gyasi. A disposizione: Zoet, Krapikas, Ramos, Marchizza, Galabinov, Agoumè, Estevez, Dell’Orco. Allenatore: Vincenzo Italiano.

Arbitro: Sig. Sacchi di Macerata. Assistenti: Sig. Fiore-Sig. Bercigli. Quarto ufficiale: Sig. Massimi. VAR: Sig. Nasca-Sig. Del Giovane.

Note: Ammoniti: Bastoni (Sp), Erlic (Sp), Locatelli (Sa), Ferrari (Sa), Vignali (Sp). Ammonito l’allenatore del Sassuolo De Zerbi.

Simone Guandalini