Il campionato termina qui. Giunge al termine un travagliato girone B di serie C per il Carpi, che tra mille difficoltà è riuscito a salvarsi, compiendo un ottimo risultato per merito dell’esperienza di mr. Pochesci, esperto di calcio, e molto abile con i giovani, come da DNA del club biancorosso.

Mr. Pochesci nel derby di fine campionato a salvezza già ottenuta mette in campo contro il Ravenna qualche esperimento, in chiave mercato e non. In porta dal primo minuto Pozzi, protetto dalla difesa a tre composta da Ercolani, Venturi e Sabotic. Successivamente il centrocampo a quattro formato da Offidani, Bellini, Ceijas, e Llamas. Chiude il reparto offensivo con protagonisti Ferretti, Giovannini e De Cenco. Subentrano a gara in corso De Sena, Eleuteri, Ghion, Ferrieri e Marcellusi.

Sono le 15:00 e puntualmente il direttore di gara Andrea Colombo fischia l’inizio delle ostilità allo Stadio “Benelli” di Ravenna. La prima occasione da goal è dei romagnoli al quarto minuto di gioco, con un tiro a giro di Sereni, ma controlla bene Pozzi. Passano appena sei minuti, e Ceijas salva i biancorossi, murando Sereni a tu per tu con l’estremo difensore emiliano. E’ un monologo ravennate, e il Carpi regge l’onda d’urto romagnola. La prima vera occasione da goal ospite arriva al ventesimo, Ferretti e De Cenco non riescono a segnare la rete del vantaggio. Dopo due minuti di recupero il fischietto di gara Andrea Colombo manda le squadre negli spogliatoi sullo 0–0.

Si torna in campo puntualmente dopo i classici quindici minuti di intervallo, e si comincia con il secondo tempo. Con l’inizio del secondo tempo iniziano i primi acciacchi in casa Carpi. Out Offidani e Ferretti, dentro al loro posto Eleuteri, e De Sena. Il Ravenna approfitta del momento complicato emiliano, e sblocca la partita con un goal di Ferretti, 1-0 e delusione per mr. Pochesci e panchina.

Continuano i cambi in casa Carpi; al ventiseiesimo esce Ceijas ed entra Ghion. Un minuto più tardi De Cenco frana in area per demerito di Codromaz, e dal dischetto Ghion firma il pari, 1-1 e gara riaperta. Passa qualche minuto e c’è un doppio cambio in casa Carpi. Entrano Ferrieri e Marcellusi, al posto di De Sena e Giovannini. Il Ravenna le prova tutte e nei quattro minuti di recupero Marozzi fa in tempo a segnare il 2-1, vittoria romagnola nel derby contro il Carpi, e si giocherà la salvezza ai play-out.

In casa biancorossa si chiude una stagione molto travagliata, tra Covid, esoneri e tante difficoltà. Il progetto rimane più che discreto, basato su giovani dalle belle speranze. In attesa di vedere chi sarà il mr. la prossima stagione, e se cambierà qualcosa nella dirigenza, si punta come sempre al miglioramento, magari puntando in un futuro vicino a competere di nuovo per i play-off, al fine di ritornare in serie B, obiettivo tortuoso si, ma molto stimolante.

Foto sito ufficiale Carpi Calcio.