Poker chiama poker, il Modena torna al successo in campionato. Dopo i quattro gol rifilati all’Imolese nei sedicesimi di Coppa, al “Recchioni” di Fermo, i Gialli replicano lo stesso punteggio, stavolta ai danni della Fermana, ottenendo la prima vittoria del proprio torneo.

Mister Tesser conferma il 4-3-1-2 come modulo, schierando tra i pali Gagno, con Ciofani, Ingegneri, Pergreffi ed Azzi a comporre il pacchetto arretrato; in mediana Di Paola affianca Gerli e Scarsella, mentre davanti Tremolada agisce alle spalle del tandem composto da Minesso e Marotta. Due gol annullati in avvio di match, uno per parte, con i marchigiani che sbloccano quasi subito con Frediani, pescato però in off-side, mentre gli ospiti trovano il fondo del sacco al 13′ con Pergreffi, anche lui in posizione irregolare. Quando mancano pochi minuti alla mezz’ora di gioco, il Modena sblocca il risultato: Azzi va via sulla sinistra e mette dentro per l’accorrente Scarsella, che spiazza Moschin con un tocco sottomisura e fa 0-1. Nel finale di frazione, Pergreffi sfiora il raddoppio, ma è fermato dall’estremo difensore avversario.

In avvio di secondo tempo, i ragazzi di Tesser provano a mettere subito le cose in chiaro, sfiorando il raddoppio con Minesso che interviene su un traversone di Di Paola ma trova la traversa. Lo 0-2 arriva qualche istante più tardi proprio con Minesso, che riceve da Mosti, subentrato qualche istante prima al posto di Tremolada, e batte Moschin. Al 66′ arriva anche il tris dei Gialli: angolo di Di Paola dalla sinistra, Ingegneri si avvita e gira verso il palo lontano, dove il portiere marchigiano non può arrivare, con la sfera che termina in rete. Gli ospiti controllano il match, mister Tesser mette in moto la girandola dei cambi: entrano Giovannini, Armellino, Ogunseye e Rabiu, escono Minesso, Marotta, Scarsella e Di Paola. A cinque minuti dal 90′, il Modena trova anche il poker, con Armellino che fulmina Moschin calciando dalla distanza. Non accade altro, al triplice fischio gli emiliani portano a casa il primo successo del proprio campionato, salendo a quota 6 in classifica e proiettandosi così allo scontro diretto di sabato prossimo, quando la Virtus Entella farà visita ai Gialli al “Braglia”.

TABELLINO

FERMANA (4-4-2): Moschin; Alagna, Rossoni, Blondett, Sperotto (dal 61′ Bolsius); Pannitteri, Urbinati (dal 27′ Mbaye), Capece (dal 61′ Grossi), Mordini; Rovaglia (dal 61′ Nepi), Frediani (dall’80′ Lovaglio). A disp.: Ginestra, Corinus, Cognigni, Bugaro, Pistolesi, Rodio, Graziano. All.: Domizzi.


MODENA (4-3-1-2): Gagno; Ciofani, Ingegneri, Pergreffi, Azzi; Di Paola (dall’82′ Rabiu), Gerli, Scarsella (dal 74′ Armellino); Tremolada (dal 46′ Mosti); Minesso (dal 69′ Giovannini), Marotta (dal 74′ Ogunseye). A disp.: Narciso, Renzetti, Baroni, Maggioni, Ponsi, Duca, Bonfanti. All.: Tesser.


Arbitro: sig. Di Cairano di Ariano Irpino.

Assistenti arbitrali: Marco Belsanti di Bari e Mattia Politi di Lecce.
4^ufficiale: sig. Gilberto Gregoris di Pescara.


MARCATORI : 26′ Scarsella (M), 57′ Minesso (M), 66′ Ingegneri (M), 85′ Armellino (M).


AMMONITI: Alagna (F); Azzi, Di Paola (M).

(fonte foto: Modena F.C. 2018 – modenacalcio.com)

Salvatore Fratello