Pescara-Modena, turno infrasettimanale valevole per la decima giornata del girone B di serie C. Si gioca di martedì diciannove ottobre alle ore 21:00 allo stadio “Adriatico” di Pescara, un interessante scontro diretto per le zone nobili della classifica. Il Pescara di mr. Auteri scende in campo con questa formazione: in porta Di Gennaro, protetto dalla difesa tre composta da Illanes-Ingrosso-Frascatore. A seguire un folto centrocampo a quattro con protagonisti Zappella-Pompetti-Memushaj-Nzita. In fase offensiva Clemenza dietro alle punte De Marchi-Ferrari. Per il Modena Attilio Tesser risponde con Gagno tra i pali protetto dalla difesa a quattro con protagonisti in positivo Ciofani-Silvestri-Pergreffi-Azzi. A seguire nel ruolo del centrocampo Armellino-Gerli-Scarsella. In attacco Mosti dietro alle punte Ogunseye-Giovannini. Subentrano a gara in corso Ponsi, Di Paola, Baroni, e Minesso.

Le 21:00 esatte e il direttore di gara Monaldi di Macerata fischia l’inizio delle ostilità. Subito due grosse occasioni per il Pescara, ma solo qualche brivido per Gagno e difesa. Il Modena trova prontamente la risposta, e si porta in vantaggio al minuto cinque di gioco per merito di Mosti che trafigge la porta di Di Gennaro 0-1 Modena. I ritmi della partita sono molto piacevoli, gli ospiti sono in grande spolvero dal centrocampo in su, con Ogunseye, di ritorno dalla squalifica in stato di grazia. Allo stesso tempo però il Pescara rimane più che vivo, e trova il pareggio al ventiseiesimo per mezzo di un assist di Nzita, Ferrari beffa Gagno, 1-1.

Il Modena non si abbatte, e torna subito ad attaccare. Azioni su azioni fino al trentanovesimo quando Ogunseye serve Giovannini, con il secondo che viene atterrato in piena area di rigore, penalty. Dal dischetto ci va lo stesso Ogunseye 1-2 Modena, che gestisce il vantaggio fino alla fine del primo tempo.

Passati i quindici di riposo il direttore di casa rimanda le squadre in campo. La partita continua ad essere molto pimpante, con la classica girandola di cambi da ambo le squadre. Attilio Tesser getta nella mischia Ponsi al posto di Ciofani, e poi via-via Di Paola, Baroni, e Minesso. Nella prima parte della ripresa il Modena prova il tris della sicurezza, ma il Pescara si difende molto bene, e prova fino il pareggio. Gli emiliani gestiscono bene il vantaggio, e dopo i cinque di recupero il direttore di gara fischia la fine della partita, 1-2 Modena che espugna l’Adriatico, balzando di fatto al quarto posto in classifica. I canarini torneranno in campo domenica per l’undicesima di campionato ad Olbia alle ore 14:30 per una partita molto interessante da preparare con estrema attenzione, bene così Modena !

Foto sito Modena Calcio.