Max Verstappen (Red Bull) è stato autore del miglior tempo della seconda sessione di libere, in 1:17.301 seguito da Valtteri Bottas (Mercedes) e Lewis Hamilton. Ben figura Sergio Perez (Red Bull) autore di un valido quarto tempo, ormai è un’abitudine vedere Pierre Gasly con la sua Alpha Tauri, le prime posizioni, in particolare con il sesto miglior crono, autore di una buona prestazione il compagno di squadra, Yuky Tsunoda che ha registrato l’ottavo tempo. Sono apparse in grande forma le Ferrari, con Carlos Sainz che ha siglato un’ottimo quinto tempo e, invece il suo compagno di scuderia Charles Leclerc è riuscito a registrare solamente il settimo crono, con alcuni problemi di bilanciamento della sua monoposto.

Per quanto riguarda le Mclaren hanno confermato ulteriormente di essere in difficoltà, con Lando Norris che, ha siglato un anonimo tredicesimo crono e Daniel Ricciardo costretto a rimanere fermo ai box a causa di un problema tecnico al cambio, registrando soltanto il quindicesimo tempo.

Analizzando le simulazioni passo gara, si può notare la Red Bull che è nettamente favorita e la Mercedes in leggera difficoltà, infatti la W12 è risultata non perfettamente bilanciata sulla pista messicana. La Ferrari ha avuto ottimi riscontri dai long-run dimostrando, di poter disputare una buona gara, lottando per il podio, grazie ai miglioramenti approntati nella parte ibrida sulla power unit SF-21. Ovviamente i tempi fatti registrare nella giornata del Venerdì non sono mai propriamente veritieri. Durante le qualifiche si avrà un quadro più preciso della situazione.

di Stefano Penner Foto: Twitter