Lewis Hamilton (Mercedes) registra il miglior tempo nella FP1 in 1:09.050, ma al tempo stesso il suo weekend in Brasile inizia con un handicap, ovvero con la penalità di cinque posizione per aver sostituito la parte endotermica della sua power unit. seguito da Max Verstappen (Red Bull) concludendo con il secondo tempo distaccato di oltre tre decimi, apparentemente l’olandese sembra volersi conservare per la qualifica che disputerà tra poco, ben figura Sergio Perez(Red Bull) siglando un ottimo terzo tempo. Valtteri Bottas invece conclude la prima sessione registrando il quarto tempo, con una grande voglia di riscattarsi dopo la delusione della gara scorsa in Messico, troviamo Pierre Gasly (Alpha Tauri) che si piazza con un favoloso quinto tempo, seguono subito dietro la coppia Ferrari con Carlos Sainz autore del sesto tempo e Charles Leclerc con settimo crono.

Per quanto riguarda la Mclaren avversaria della rossa di Maranello per la lotta al terzo posto nel campionato costruttori, termina la FP1 con Lando Norris autore di una prestazione anonima registrando il quindicesimo crono, seguito con il sedicesimo tempo dal compagno di scuderia Daniel Ricciardo. Sicuramente il team di Woking potrà dare del filo da torcere alla Ferrari, durante il resto del weekend. Da evidenziare che le varie performance registrate nella FP1 non sono completamente veritiere. Non resta altro che osservare l’andamento della qualifica, determinante per la griglia di partenza della sprint race qualifying, in atto domani pomeriggio.

di Stefano Penner Foto: Twitter