Turno infrasettimanale di campionato; un derby d’Emilia-Romagna d’antologia tra Athletic Carpi-Ravenna visto oggi pomeriggio alle ore 14:30 al “Cabassi”, sfida valevole per la quindicesima giornata del girone D di serie D.

Mr. Gallicchio per l’Athletic mette in campo un 4-3-1-2, partendo da Ferretti in porta. A seguire la difesa a quattro formata da Uni-Aldrovandi-Boccaccini-Calanca. Uno snello centrocampo a tre con protagonisti Lordkipanidze-Borgarello-Muro. In avanti Villanova, dietro alle due punte Sivilla-Carrasco. Subentrano in corso d’opera Montebugnoli-Serrotti-Raffini-Ghizzardi-Walker.

Per i ravennati mr. Dossena risponde con un maggior offensivo 4-3-3, rispetto al modulo emiliano. In porta Salvatori, dietro alla difesa a quattro formata da Haruna-Crocchianti-Antonini-Grazioli. Centrocampo a tre, proprio come quello carpigiani, con protagonisti Calì-Prati-Lussignoli. Chiude l’attacco a tre con Podestà-Guidone-Saporetti.

Sono le 14:30 al “Cabassi”, e il direttore di gara Alessio Marra di Mantova fischia l’inizio di un vero e proprio festival del goal, festival che comincia dopo appena tre minuti di gioco per mezzo di Guidone tra le fila ospiti, fino al 5-5 carpigiano con protagonista Lordkipanidze, che acciuffa il pari in extremis. Per l’Athletic a segno Villanova, Borgarello, Raffini, e Sivilla. Festa per tutti tranne che per la classifica, un 5-5 da almanacco, ma che in termini di punti serve poco o a nulla ai ragazzi di mr. Gallicchio.

Prossimo avversario dei biancorossi un’altra romagnola, il Rimini capolista. Non proprio l’avversario migliore per ritrovare equilibrio dietro, ma soprattutto punti preziosi per chiudere un 2021 terribile calcisticamente parlando.

Foto sito US Carpi Calcio.