1-1, finisce con un goal per parte il primo incontro del 2022, Sassuolo-Genoa gara valevole per la ventesima giornata della serie A incominciata alle ore 16:30 al “Mapei” di Reggio Emilia.

Mr. Dionisi mette in campo questa formazione, partendo da Consigli in porta protetto dalla difesa a quattro composta da Toljan-Chiriches-Ferrari-Rogerio. Successivamente un centrocampo a due formato da Lopez-Harroui. Chiude il folto reparto offensivo con Berardi-Raspadori-Kyriakopoulos a supportare l’unica punta Defrel. Subentrano a gara in corso Muldur-Samele, non giudicabili.

Andriy Shevchenko, tecnico di un’agguerrito Genoa alla ricerca di punti salvezza risponde con questa formazione, un impegnativo 3-5-2. In porta il veterano Sirigu, supportato da una snella difesa a tre con protagonisti Vanheusden-Bani-Vasquez. A seguire un folto centrocampo a cinque formato da Hefti-Hernani-Badelj-Portanova-Cambiaso. Chiude l’attacco a due targato Ekuban-Destro.

Passiamo alla partita con il direttore di gara Manganiello che alle 16:30 fischia puntualmente l’inizio delle ostilità. Il Sassuolo parte forte con Berardi-Defrel protagonisti, ma il Genoa è cinico: dopo appena sette minuti, per merito di un magico colpo di tacco di Mattia Destro segna il vantaggio 0-1, e i neroverdi partono in salita. Il Sassuolo non demorde e si fa avanti a più ripresa alla ricerca del pari, come è spesso successo questa stagione, ma il Genoa regge bene in difesa. Si arriva velocemente al quarantaseiesimo sullo 0-1 Genoa, che va negli spogliatoi in vantaggio.

Quindici minuti e il signor. Manganiello riporta le squadre sul terreno di gioco. Anche a inizio ripresa il Sassuolo parte a mille all’ora spinto da un’implacabile Domenico Berardi, che al cinquantacinquesimo di gioco segna il pari tra l’entusiasmo del Mapei. I padroni di casa prendono coraggio spinti da Rogerio-Kyriakopoulos, e da un Giacomo Raspadori in giornata positiva. Delude parecchio le aspettative Defrel, che in un paio di occasioni si divora il goal.

Scorrono velocemente i minuti, e si arriva verso la fine della partita con gli ingressi di Muldur, e Samele, ma non sono decisivi al fine del risultato finale. Dopo tre minuti di recupero Manganiello fischia tre volte, ed è un pari che serve sicuramente più al Sassuolo che non al Genoa. Il prossimo impegno neroverde è previsto domenica alle ore 12:30 (salvo Covid) con Empoli-Sassuolo in primo piano, sfida da non sbagliare per evitare di cadere in acque calde di classifica, Forza Sasòl !

Foto sito Sassuolo Calcio.