La seconda sessione è terminata con il miglior tempo di George Russel 1:29.938 mentre Lewis Hamilton ha registrato il 4° crono, confermando i buoni progressi della Mercedes, che evidentemente le frecce d’argento su un layout veloce con assetto scarico non patiscono il porpoising, bisogna vedere se questi risultati saranno confermati anche nella giornata di domani quando ci sarà la FP3 e il turno di qualifiche.

In casa Ferrari continuano i problemi per Carlos Sainz che dopo aver effettuato il miglior tempo nei primi 40 minuti di sessione, è andato a muro in curva 8 rovinando la parte anteriore sinistra della monoposto senza riportare conseguenze fisiche. Possiamo constatare un periodo non fortunato per lo spagnolo, sperando che possa ritrovare momenti migliori il prima possibile. Charles Leclerc invece è riuscito a macinare chilometri utili per capire il set up della vettura sul cittadino di Miami, ottenendo un buon riscontro in ottica simulazione passo gara e registrando un valido 2° tempo.

Per quanto riguarda la Red Bull Sergio Perez ha ottenuto il 3° tempo, ma il campione 2021 Max Verstappen dopo aver sostituito il cambio, ha percorso solamente un giro per rientrare nuovamente ai box per un problema allo sterzo e anche per un principio d’incendio al freno posteriore destro, una giornata molto difficile per l’olandese.

Ben figurano le Alpine con Fernando Alonso che ha ottenuto il 5° e Esteban Ocon autore della 9° prestazione. In Alpha Tauri vediamo Pierre Gasly che ha ottenuto il 7° tempo, mentre un po’ di difficoltà per Yuki Tsunoda co il 13° tempo. Non bene l’Aston Martin che con Sebastian Vettel termina la FP2 siglando il 14° tempo e Lance Stroll con il 16°.

E’ stata una sessione non brillante per la Haas che ha ottenuto il 10° tempo con Kevin Magnussen e IL 15°crono con Mick Schumacher, ancora una volta dietro al compagno di squadra. Nel team l’Alfa Romeo la sessione è andata per bene Guanyu Zhou ottenendo l’8°, mentre Valtteri Bottas non ha girato nella secondo turno a causa dell’incidente durante la FP1.

Continuano la prestazione negative per la Williams con Alexander Albon che ha registrato il 17° tempo seguito da Nicolas Latifi che per un problema tecnico ha causato l’impiego della bandiera rossa. In casa Mclaren Daniel Ricciardo è sempre in difficoltà di adattamento con la nuova monoposto, l’australiano ha registrato solamente il 12° tempo, a differenza di Lando Norris che è riuscito a centrare il 6° tempo.

Analizzando la simulazione passo gara, ci sono stati pochi piloti che l’hanno effettuata, da quello che si può capire la Ferrari è la favorita seguita dalla Red Bull che deve fare i conti con il fattore affidabilità. e magari si può anche vedere qualche outsider, vedremo come si evolveranno le prestazioni in questo weekend.

Di Stefano Penner

Photo Mercedes Amg Petronas F1 Twitter.