F1: La Mercedes adotta nuovi sistemi CFD.

Il team di Brackley per incrementare le prestazioni e soprattutto per ridurre il porpoising ha studiato nuovi sistemi di CFD per migliorare ulteriormente le prestazioni delle monoposto, al fine di ritornare competitiva in grado di lottare per la vittoria, come si è potuto notare nella seconda parte della passata stagione.

In casa Mercedes i tecnici diretti da Andrew Shovlin hanno deciso di adottare nuovi strumenti per lo sviluppo della macchina, in particolare i sistemi di calcolo CFD utili per studiare al meglio le prestazioni aerodinamiche e per cercare al meglio di ridurre il fenomeno del porpoising che ha penalizzato tantissimo tutti i piloti della griglia, specialmente Lewis Hamilton e George Russell costretti a lottare spesso e sovente per dei piazzamenti lontano dalla zona podio, successivamente la W13 è migliorata portando il sette volte iridato e il giovane pilota inglese a conquistare posizioni di vertice, ed ha portare alla vittoria nella sprint race in Brasile il neo acquisto Russell.

L’Ingegnere britannico commenta a riguardo “Il problema non era tanto la nostra galleria del vento, ma un meccanismo che non avevamo colto in nessuno dei nostro modelli o del nostro lavoro: il fenomeno del porpoising. Quindi, c’erano due cose da fare. La prima era che bisognava ingegnerizzare il fenomeno fuori dall’auto. Il che, all’epoca, è stato piuttosto doloroso. Abbiamo delle risorse limitate per il reparto aerodinamico che sono in un tetto di costi, ma che dovevano essere utilizzate per capire il problema”.

Shovlin continua “Si è trattato di un lavoro fondamentale e relativamente basilare, in modo da cercare di capire cosa stesse succedendo. E poi, successivamente, abbiamo capito: come sviluppare gli strumenti necessari per tornare al punto in cui eravamo? Potevamo impegnarci a realizzare una serie di pezzi, portarli sulla vettura e avere la certezza che funzionassero”.

Ora la scuderia diretta da Toto Wolff si accinge ad affrontare una nuova stagione, con la presentazione della nuova monoposto programmata per il 15 Febbraio denominata W14, sperando di poter vedere nuovamente le frecce d’argento a lottare assieme a Ferrari e Red Bull per il titolo costruttori, in modo da arricchire lo spettacolo attirando ulteriormente nuovi appassionati.

Di Stefano Penner

Foto: Twitter Mercedes Amg Petronas F1

F1, FP1 Abu Dhabi: Volano le Mercedes 1° Hamilton 2° Russell, 3° Leclerc.

Nella prima sessione di libere si sono viste le Mercedes protagoniste monopolizzando le prime due posizioni, in particolare con Lewis Hamilton autore del miglior tempo seguito da George Russell, ma subito dietro la Ferrari di Charles Leclerc. Prestazioni da prendere con le pinze considerando che la FP1 si è volta in orario diurno diverso da quello di qualifica e gara.

La Mercedes ha dominato il primo turno di libere nel fantastico scenario di Abu Dhabi, in particolare con Lewis Hamilton autore del miglior tempo (1:26.633) seguito dal compagno George Russell. Per quanto riguarda Charles Leclerc ha centrato una prestazioni di tutto rispetto ottenendo il 3° tempo, girando solamente con le gomme soft, il monegasco sa benissimo che la prima sessione non ha potuto evidenziare i veri valori di ogni monoposto, considerando che si è disputata in orario diurno diverso dalla FP2 che andrà in scena tra pochissimo.

Entrambi gli alfieri del team di Brackley hanno potuto comunque dare ottimi riscontri cronometrici in termini di simulazione qualifica e passo gara, da tenere presente che la seconda di libere si disputerà in orario serale, ovvero nelle stesse condizioni di qualifica e gara, pertanto ci saranno temperature atmosfera e circuito più basse, dove anche il grip della pista potrà cambiare, pertanto si avrà una fotografia più chiara delle varie prestazioni.

Di Stefano Penner

Foto: Twitter Mercedes Amg Petronas F1

F1, Gp Brasile: Vince Russell conquistando la prima vittoria in carriera, Sainz sale sul podio.

George Russell coglie la prima vittoria in Brasile seguito dal suo compagno Lewis Hamilton, da evidenziare la grande rimonta di Carlos Sainz che conquista un importante 3° posto per la Ferrari, gara opaca da parte della Red Bull.

Il Brasile ha portato fortuna a George Russell che ha conquistato la prima vittoria della carriera, il giovane inglese ha saputo reggere al meglio la pressione tenendo dietro il compagno Lewis Hamilton agguerrito più che mai per andare a vincere la prima corsa della stagione. Russell è stato perfetto durante tutto il weekend senza commettere errori, inoltre la squadra gli ha dato una monoposto altamente performante, infatti, è sembrato di rivedere la Mercedes dei tempi che furono.

Gara opaca per la Red Bull, infatti, Max Verstappen ha conquistato soltanto il 6° posto vittima anche di un contatto con Hamilton nella fasi iniziali della gara, Sergio Perez autore della 7° piazza; le monoposto del team anglo-austriaco non hanno avuto passo in difficoltà con l gestione delle gomme, escludendo il doppio ritiro del Bahrain, la corsa di Interlagos è il secondo weekend peggiore della stagione.

Inoltre, è il bi-campione del mondo olandese è finito sotto polemica quando si sotto ordine della squadra ha rifiutato di cedere la posizione al messicano in piena lotta con Leclerc per il 2° post nella classifica piloti. Le discussioni non sono finite andando in casa Ferrari, Charles ha chiesto al team uno scambio di posizioni, con lo spagnolo (giunto 3° al traguardo) in modo che ad Abu Dhabi il monegasco si sarebbe potuto presentare con qualche punto di vantaggio su Perez, invece Charles, terminando 4° si presenterà all’ultima gara a Yas Marina a pari punti con il messicano. Al di là di tutto, la Ferrari ha saputo conquistare il podio, risultato importante per il campionato costruttori e soprattutto sotto il profilo sportivo e psicologico, considerando che gli uomini del Cavallino erano reduci dalla gara amara del Messico.

Possiamo constatare che la gara quest’oggi ha regalato tante emozioni, con tantissimi sorpassi, le due safety car che hanno regalato ulteriore spettacolo azzerando i distacchi facendo ripartire la corsa. Non rimane che goderci il gran finale di questa stagione ad Abu Dhabi tra una settimana.

Di Stefano Penner

Foto: Twitter Mercedes Amg Petronas F1.

F1, Sprint Race Brasile: Russell vince, Verstappen solamente 4°.

George Russell vince la sua prima sprint race, pertanto nella gara lunga che si disputa tra qualche ore partirà dalla pole position, dietro di lui Lewis Hamilton. Carlos Sainz è retrocesso di cinque posizioni per il cambio del motore, Max Verstappen giunto solamente a causa dell’errata decisione del team di montargli le gomme medie.

La sprint race ha decretato il pole man ufficiale del Gp del Brasile, che risponde al nome di George Russell, il giovane inglese della Mercedes avrà un ‘occasione d’oro per vincere la sua prima gara in carriera, ma dovrà fare i conti con il compagno di squadra Lewis Hamilton che partirà affianco a lui sulla 2° casella della griglia, mentre Carlos Sainz 2° nella gara sprint partirà 5 posizioni indietro per il cambio del motore endotermico, di conseguenza Max Verstappen giunto soltanto 4° per un errore da parte del team nel avergli montato le gomme medie, partirà in 3° piazza.

Ci sono tutti i presupposti per avere una gara che regalerà tantissime emozioni, già ne abbiamo avuto un assaggio ieri nella Sprint Race, la corsa brasiliana sarà importante vincerla per molti piloti, per il duo Leclerc-Perez impegnati entrambi nella lotta per il 2° posto nel mondiale piloti, Verstappen per aggiornare ulteriormente il suo palmarés di vittorie, Hamilton per ritrovare il sapore della vittoria dopo una stagione molto difficile, Russell per ottenere il primo successo in carriera, anche per Sainz sarà utile una probabili vittoria sotto il profilo sportivo e psicologico in ottica 2023.

Da evidenziare che la Ferrari è impegnata assieme alla Mercedes nella lotta per il 2° posto nel costruttori, risultato estremamente importante dal punto di vista dell’immagine e del denaro. Nel caso del team di Maranello arrivare 1° 2° o 3° sotto il punto di vista finanziario il guadagno è uguale, ne va dell’onore del marchio del Cavallino Rampante, invece, nel caso della Mercedes vi è anche una questione di denaro. Ormai manca pochissimo alla gara che lo show abbia inizio.

Di Stefano Penner

Foto: Twitter Mercedes Amg Petronas F1

F1, FP2 Messico: Russell il più veloce, Leclerc sbatte in curva 7.

George Russell domina le libere 2 sull’Autodromo di Città Del Messico, mentre Charles Leclerc va fuori pista in curva 7 danneggiando pesantemente la F1-75, malgrado questo episodio, la rossa si è dimostrata competitiva sulla pista messicana.

Nella seconda di libere come anche ad Austin, i piloti hanno avuto un extra-time per testare le Pirelli proto in ottica 2023, tra i venti piloti presenti in pista, George Russell è riuscito ad ottenere il miglior tempo (1:19.970). Charles Leclerc dopo un’ottima prestazione ottenuta nella FP1 (2° tempo), durante il secondo turno va a sbattere in curva 7 danneggiando il posteriore della sua monoposto, provocando l’impiego della bandiera rossa che per trentacinque minuti ha sospeso l’intera sessione, in modo da permettere ai commissari di pulire la pista dai detriti e riportare ai box la F1-75 del monegasco.

Se vogliamo analizzare la simulazione passo gara, con le gomme proto non si è potuto avere una chiave di lettura molto chiara dei tempi, si può costatare che Red Bull, Ferrari e Mercedes sono apparse in linea con le prestazioni, pertanto, si giocheranno alla pari pole e vittoria, ma siamo solamente al venerdì, domani è un altro giorno, e potrebbero esserci delle variazioni in termini di grip sul tracciato, e poi le scuderie potranno utilizzare altre opzioni di set-up, infatti come di consueto, è il sabato che permette di avere una fotografia ben chiara dei valori reali delle performance.

In ogni caso vedremo un weekend ricco di emozioni in perfetto stile messicano, con le tifoserie belle pimpanti per elogiare tutti i piloti dell’intero circus, in particolare Sergio Perez, che sarà chiamato a una grande prova di forza per regalare ai tifosi messicani la prima vittoria nel Gp di casa.

Di Stefano Penner

Foto: Twitter Mercedes Amg F1

F1, Qualifiche Ungheria: Pole a sorpresa per George Russell

Le qualifiche che si sono disputate in Ungheria hanno visto protagonista George Russell autore della pole position, la prima della sua carriera. Vedremo se riuscirà a conferma il risultato in gara contro i il duo ferrarista.

Sono state qualifiche che hanno regalato tantissime emozioni con colpi di scena, dopo la mancata competitività delle Red Bull con Verstappen con il 10° e Perez con l’11° tempo, si è potuto vedere negli ultimissimi secondi la pole a sorpresa di George Russell a bordo della Mercedes, la W13 sta cominciando piano piano a beneficiare dei vari sviluppi, infatti la prestazione del giovane inglese l’ho conferma, anche se Lewis Hamilton in qualifica ha ottenuto soltanto il 7° tempo.

Non c’ è dubbio Russell sarà il futuro campione del mondo, è il nuovo Hamilton, infatti, il giovane britannico nonostante le mille difficoltà è sempre riuscito a tirare fuori dal cilindro ottime prestazioni, a differenza di Lewis che invece ha avuto molte difficoltà di adattamento alla nuova monoposto.

Non rimane altro che attendere la gara per vedere un duello tra Mercedes vs Ferrari e sicuramente Red Bull troverà delle soluzioni per conquistare la zona del podio rendendo ancora più entusiasmante la gara.

Di Stefano Penner

Foto. Twitter Mercedes Amg Petronas F1

F1, FP2 Miami. Russell il più veloce, Leclerc 2°, Sainz va a Muro.

La seconda sessione è terminata con il miglior tempo di George Russel 1:29.938 mentre Lewis Hamilton ha registrato il 4° crono, confermando i buoni progressi della Mercedes, che evidentemente le frecce d’argento su un layout veloce con assetto scarico non patiscono il porpoising, bisogna vedere se questi risultati saranno confermati anche nella giornata di domani quando ci sarà la FP3 e il turno di qualifiche.

In casa Ferrari continuano i problemi per Carlos Sainz che dopo aver effettuato il miglior tempo nei primi 40 minuti di sessione, è andato a muro in curva 8 rovinando la parte anteriore sinistra della monoposto senza riportare conseguenze fisiche. Possiamo constatare un periodo non fortunato per lo spagnolo, sperando che possa ritrovare momenti migliori il prima possibile. Charles Leclerc invece è riuscito a macinare chilometri utili per capire il set up della vettura sul cittadino di Miami, ottenendo un buon riscontro in ottica simulazione passo gara e registrando un valido 2° tempo.

Per quanto riguarda la Red Bull Sergio Perez ha ottenuto il 3° tempo, ma il campione 2021 Max Verstappen dopo aver sostituito il cambio, ha percorso solamente un giro per rientrare nuovamente ai box per un problema allo sterzo e anche per un principio d’incendio al freno posteriore destro, una giornata molto difficile per l’olandese.

Ben figurano le Alpine con Fernando Alonso che ha ottenuto il 5° e Esteban Ocon autore della 9° prestazione. In Alpha Tauri vediamo Pierre Gasly che ha ottenuto il 7° tempo, mentre un po’ di difficoltà per Yuki Tsunoda co il 13° tempo. Non bene l’Aston Martin che con Sebastian Vettel termina la FP2 siglando il 14° tempo e Lance Stroll con il 16°.

E’ stata una sessione non brillante per la Haas che ha ottenuto il 10° tempo con Kevin Magnussen e IL 15°crono con Mick Schumacher, ancora una volta dietro al compagno di squadra. Nel team l’Alfa Romeo la sessione è andata per bene Guanyu Zhou ottenendo l’8°, mentre Valtteri Bottas non ha girato nella secondo turno a causa dell’incidente durante la FP1.

Continuano la prestazione negative per la Williams con Alexander Albon che ha registrato il 17° tempo seguito da Nicolas Latifi che per un problema tecnico ha causato l’impiego della bandiera rossa. In casa Mclaren Daniel Ricciardo è sempre in difficoltà di adattamento con la nuova monoposto, l’australiano ha registrato solamente il 12° tempo, a differenza di Lando Norris che è riuscito a centrare il 6° tempo.

Analizzando la simulazione passo gara, ci sono stati pochi piloti che l’hanno effettuata, da quello che si può capire la Ferrari è la favorita seguita dalla Red Bull che deve fare i conti con il fattore affidabilità. e magari si può anche vedere qualche outsider, vedremo come si evolveranno le prestazioni in questo weekend.

Di Stefano Penner

Photo Mercedes Amg Petronas F1 Twitter.

F1, Imola: Russel primeggia nelle FP2, seguono Perez 2° e Leclerc 3°.

La seconda sessione di libere è iniziata e terminata con pista asciutta, anche se i valori che abbiamo visto non sono completamente veritieri, essendoci la Sprint Race questo pomeriggio, alcuni team hanno preferito simulare il passo gara della garetta e invece altri come la Ferrari hanno preferito lavorare in ottica della gara di domani pomeriggio. Per quanto riguarda i tempi sul giro singolo vediamo sorpresa George Russell con la migliore prestazione (1:19.457) seguito da Sergio Perez e da Charles Leclerc. che a sua volta precede Lewis Hamilton alle prese con una monoposto leggermente più competitiva rispetto a ieri, anche se le difficoltà sono ancora tante e la strada per risalire la china è veramente lunga e tortuosa.

Facendo un’analisi generale, Ferrari e Red Bull sono le favorite alla vittoria nelle Sprint Race e nel Gran Premio di domani, il team di Milton Keynes dai long-run ha avuto buoni riscontri, da ricordare che all’interno del box vi sono i fantasmi del Bahrain e dell’Australia quando a fine gara erano comparsi i problemi di affidabilità del motore Honda che a quanto pare in casa Red Bull hanno risolto. La scuderia di Maranello oltre ad avere avuto buoni riscontri sul passo gara, dispone di un motore efficiente e soprattutto affidabile, sarà un duello tutto da seguire. Gli ingredienti ci sono tutti per assaporare un bellissimo weekend, in una Imola piena di tifosi come ai vecchi tempi.

Di Stefano Penner

Foto: Mercedes-Amg Petronas F1.

F1: La W13 in azione a Silverstone per il filming day.

Appena dopo la presentazione della W13, la Mercedes ha portato al debutto la nuova monoposto a Silverstone per il filming-day, per entrambi i piloti è stata un’occasione molto importante per prendere confidenza con le nuove procedure e cominciare a capire le caratteristiche della nuova macchina.

La sessione si è disputata in una giornata asciutta con la presenza del sole, a Brackley in questo weekend stanno per preparare le valige per disputare il primo turno di test pre-stagionali a Barcellona.

di Stefano Penner

Foto: Twitter.

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑