Quarta giornata di campionato e derby al “Braglia” tra Modena e Ravenna. I Gialli arrivano dal primo KO stagionale, rimediato al “Nereo Rocco” di Trieste (1-0 per la Triestina), una sconfitta che ha lasciato comunque buone indicazioni per mister Michele Mignani. Il Ravenna invece viene da due sconfitte nelle prime due giornate contro Sudtirol e Legnago, ma i romagnoli non sono da sottovalutare, dato che giovedì sera sono usciti vittoriosi in casa contro la Vis Pesaro (2-1).

LA CRONACA

Mister Mignani schiera i suoi con il consueto 4-3-1-2: tra i pali confermato Narciso, vista l’assenza di Gagno, con il pacchetto difensivo composto da Bearzotti, Ingegneri, Pergreffi e Mignanelli; in mediana Gerli è affiancato da Castiglia e Muroni, con Tulissi che gioca alle spalle dei due attaccanti Spagnoli e Scappini. Buona la partenza dei Gialli, che ci provano all’8’ con Muroni, la cui conclusione termina fuori, ed all’11’ con Scappini, che devia un cross a lato di poco. Minuto 18, Scappini va via ad un avversario e termina a terra in area: nonostante le proteste, il signor Cosso non ravvisa gli estremi per il penalty e lascia correre. Qualche istante più tardi, brivido per il Modena: indecisione difensiva, la sfera arriva a Mokulu che si fa ipnotizzare da Narciso in uscita e spara alto. Al 29’ gol annullato agli ospiti, Meli insacca dopo aver controllato con un braccio. I ragazzi di mister Mignani trovano il vantaggio al minuto 34 con una perfetta azione corale, che viene conclusa con il gol a porta sguarnita di Spagnoli su traversone basso di Bearzotti. Nel finale di frazione qualche rischio di troppo per i Gialli: sugli sviluppi di un calcio di punizione, Meli mette fuori di un nulla. Si va a riposo sull’1-0.

La ripresa comincia con lo stesso canovaccio tattico del primo tempo, con il Modena che spinge ed il Ravenna a difendersi. Al 59’ arriva il raddoppio dei Gialli,  con Spagnoli che mette al centro per l’accorrente Scappini, bravo ad anticipare il difensore e deviare alle spalle di Raspa. Gara in discesa per i padroni di casa al 62’, quando l’ex De Grazia, dopo un solo minuto in campo, reagisce con un colpo proibito ai danni di Gerli, rimediando il rosso diretto. Il Modena approfitta subito della superiorità numerica e trova il tris al 65’: Tulissi serve Spagnoli, che con un tocco prolunga per Castiglia, che supera Raspa con freddezza e fa 3-0. Al 72’, Gialli vicinissimi al poker, ma la conclusione di Scappini colpisce la traversa. Comincia la girandola dei cambi, mister Mignani inserisce Prezioso, Davì e Costantino, sostituendo Gerli, Castiglia e Spagnoli. Nel finale, da segnalare soltanto una conclusione centrale di Tulissi, parata da Raspa, e gli ulteriori ingressi di Abiuso, al debutto stagionale e Milesi. Nei 3’ di recupero assegnati non accade altro: al triplice fischio, il Modena conquista il terzo successo stagionale, superando il Ravenna per 3-0, e sale a quota 9 in graduatoria, posizionandosi momentaneamente in vetta alla classifica del girone B, con il prossimo impegno che sarà in terra marchigiana, dove nel prossimo weekend i Gialli sfideranno il Matelica.

TABELLINO

MODENA: (4-3-1-2) Narciso; Bearzotti (dall’84’ Milesi), Ingegneri, Pergreffi, Mignanelli; Gerli (dal 66’ Prezioso), Muroni, Castiglia (dal 76’ Davì); Tulissi; Spagnoli (dal 76’ Costantino), Scappini (dall’84’ Abiuso). A disp.: Chiossi, Sodinha, Laurenti, Stefanelli, Zaro, Varutti, Monachello. All.: Mignani.

RAVENNA: (3-5-2) Raspa; Alari, Caidi, Marchi; Franchini, Meli (dal 79’ Marozzi), Bolis (dal 79’ Jidayi), Fiorani (dal 61’ De Grazia), Zanoni (dal 54’ Perri); Martignago (dal 61’ Ferretti), Mokulu. A disp.: Salvatori, Antonini, Vanacore, Shiba, Marra, Sereni, Cossalter. All.: Magi.

Arbitro: sig. Francesco Cosso di Reggio Calabria.

Assistenti arbitrali: Michele Collavo e Marco Ceolin di Treviso.

4^ufficiale: sig. Daniel Cadirola di Milano.

MARCATORI: 34’ Spagnoli (M), 59’ Scappini (M), 65’ Castiglia (M).

AMMONITI: Meli, Perri (R). – ANGOLI: 4-0 per il Modena. – RECUPERI: 1’ p.t.; 3’ s.t..

NOTE: Espulso al 62’ De Grazia (M) per fallo di gioco.

Salvatore Fratello