Modena (4-3-1-2) 6,5

Gagno 6: raramente chiamato in causa, risponde sempre presente.

Bearzotti 6,5: si spinge spesso in avanti sulla corsia di destra con la consueta generosità. Preciso in fase difensiva.

Zaro 6,5: il più sicuro della retroguardia canarina.

Pergreffi 6: in campo al posto di Ingegneri, sfrutta la chance con una gara di grande attenzione.

Mignanelli 6: più attento del solito in fase difensiva, pur con qualche brivido nella ripresa; si vede meno in avanti.

Prezioso 7: il suo gol al primo minuto è decisivo per sbloccare immediatamente il match, poi va vicino al raddoppio con una conclusione respinta dal portiere ospite. Abbina qualità e quantità (64′ Davì 6: lotta su ogni pallone tra le pozzanghere che caratterizzano il campo del Braglia nella ripresa).

Gerli 6,5: prezioso in fase di regia, ogni azione del Modena passa dai suoi piedi.

Castiglia 6,5: con un cross dalla sinistra sforna l’assist per Prezioso al primo minuto, poi la sua gara prosegue su ottimi livelli (64′ Muroni 6,5: entra nel match con il giusto atteggiamento. Si rende utile in entrambe le fasi).

Tulissi 7: prestazione di grande qualità per il numero 7 canarino. Nel primo tempo serve due assist al bacio per Scappini e Castiglia, che, di testa, non riescono a trovare la rete. Nel finale sfiora il 2-0 colpendo la traversa di testa su cross di Varutti.

Monachello 6: partecipa al buon primo tempo dei canarini, ma si vede poco in fase conclusiva (73′ Milesi 6: col suo ingresso, Mignani passa dal 4-3-1-2 al 3-5-2 per difendere l’1-0. Preciso e attento, non commette errori).

Scappini 6: grande impegno, ma non sfrutta l’ottima occasione che gli capita su cross di Tulissi (64′ Spagnoli 6,5: prezioso nel finale per proteggere palla e far salire e rifiatare la squadra).

Allenatore: Mignani 6,5: il suo Modena aggredisce subito il match, trovando l’1-0 al primo minuto. Nella ripresa opera i giusti cambi per gestire al meglio il vantaggio su un campo reso pesante dalla pioggia.

Simone Guandalini

Foto: modenacalcio.com