Poteva durare molto meno, ma non lo è stato. Christenson e compagni, nonostante il tre su tre potevano fare di meglio ieri, nella terza sfida della “bolla Champions” contro i belgi del Roeselare. Si chiude contro i padroni di casa che potevano anche vincere una strana partita molto lunga, decisa dai baby gialloblu sul finale di gara.

Coach Vanmdegael ha messo in campo la seguente formazione. Al palleggio Tuerlinckx supportato dall’attaccante Desmet. Nel ruolo di centrali Coolman e D’Hults, Completano il reparto schiacciatori Huhmann e Verhanneman. Infine come libero Deroey.

Risponde Andrea Giani con Christenson in regia insieme a Karlitzek e non Petric, lasciato a riposo. Stankovic e Mazzone al centro cinici come sempre. Uno splendido Lavia, che ha vissuto una altrettanto splendida tre giorni, insieme a un discreto Vettori. Grebennikov come al solito nel ruolo di libero, Subentrano Rinaldi, Estrada e Bossi, protagonisti sul finale.

La partita comincia male, con il primo set vinto da Roeselare sul 27-25, nonostante diversi vantaggi emiliani, come sul 4-10, 7-13 e 11-16, la compagine belga è abile a recuperare per merito di Verhanneman e Desmet, con il primo dei due che chiude il set sul risultato inaspettato di 27-25.

Andrea Giani striglia i suoi e Modena risponde rimettendo le cose in parità nel secondo set, portato a casa sul 19-25 per merito di Karlitzek e Stankovic. Inizia a farsi sentire anche Lavia che chiude il set sul 19-25, e momentaneo 1-1.

Partita non banale, con Modena che sembra in grado di poterla chiudere il prima possibile, ma il Knack fa uno sgambetto a Christenson e compagni, portando l’incontro al quarto set. Nel terzo Roeselare vince il set sul risultato di 25-22 per merito di Verhanneman e Coolman, con un agguerrito Desmet non sempre lucido, ma molto propositivo sicuramente si.

Modena non ci sta, e aggiusta ancora le cose portando la partita al tie-break per merito dei suoi giovani RInaldi autore di diversi punti, così come Estrada e Bossi entrati con il piglio giusto. L’ultimo dei tre non giocava da un po’, ma ha fatto una buona impressione. Quarto set molto equilibrato con il Roeselare in vantaggio sul finale per 18-15, ma Modena non molla e porta la situazione in parità, con Bossi che decide il set sul 22-25 e manda le squadre al tie-break.

Tie-break vinto da Modena con tantissimi giovani in campo, supportati dall’esperienza di Vettori e Stankovic. Per Roeselare non bastano Tuerlinckx e Desmet. I padroni di casa sono avanti al “cambio campo” momentaneo, ma Modena non molla un colpo e si porta a casa il quinto set sul 11-15 finale. Ricordiamo che la “bolla” di ritorno si giocherà a Febbraio al Pala Panini. Una buona tre giorni belga per Modena, che ha un po’ sporcato nella gara di ieri, allungando troppo la partita, un altro 3-0 sarebbe stato importante, ma vincere così, con tanti giovani in campo è comunque un ottimo risultato !

Foto add. stampa Modena.