Vigilia di Pasqua, si è giocato oggi pomeriggio alle 15:00 in data tre Aprile Sassuolo-Roma, gara valevole per la ventinovesima giornata di campionato. Giornata soleggiata al Mapei, una giornata tipicamente primaverile si, ma molto ventosa.

Passando al campo mr. De Zerbi ha schierato questa formazione: si parte da Consigli in porta, supportato dalla difesa a quattro composta da Toljan, Chiriches, Marlon e Rogerio. Si passa poi al centrocampo a tre, composto da Obiang, Lopez, e Traorè. Chiude l’attacco a tre con protagonisti Boga, Djuricic e Raspadori. Subentrano a gara in corso Haraslin, Peluso, e Oddei.

I ritmi sono subito intensi, e Pairetto ammonisce Djuricic, cartellino forse un po’eccessivo, essendo il primo fallo della partita del numero dieci neroverde. Nonostante le numerose assenze i ragazzi di mr. De Zerbi giocano un calcio brillante per merito del trio Djuricic-Boga-Traorè e Lopez, con Lopez vicino al vantaggio, ma il palo non è amico al baby talento neroverde.

L’attacco di casa fa del gran possesso palla, i giallorossi invece controllano, puntando a colpire il Sassuolo in contropiede. Sono proprio i romanisti a portarsi in vantaggio, per mezzo di un rigore segnato da Pellegrini al ventiseiesimo del primo tempo. Mr. De Zerbi suona la carica, e il Sassuolo prova a pareggiare i conti, ma allo stesso tempo la Roma vuole il raddoppio per chiudere la gara. Passano i minuti, e il risultato non cambia. Pairetto manda di fatto le squadre negli spogliatoi sullo 0-1.

Si torna in campo nella ripresa senza cambi, anche perchè mr. De Zerbi ha gli uomini contati, e si tiene le sostituzioni per i momenti cruciali di una partita che ha ancora molto da dire. Il Sassuolo le prova tutte, con Raspadori-Boga vicini al goal una volta a testa, soprattutto il secondo si è divorato un goal già fatto. Il pareggio arriva al minuto 58° da calcio d’angolo, con Traorè che segna di petto solo soletto, nulla può Pau Lopez 1-1, e grande gioia neroverde.

Scorrono i minuti, e le sostituzioni da ambo le parti: per il Sassuolo nella mischia Haraslin, Peluso e Oddei per dare freschezza al reparto offensivo, ed esperienza a quello difensivo. La Roma si riporta improvvisamente avanti con Bruno Peres al minuto sessantanovesimo, nulla può Consigli, anche oggi autore di diverse parate importanti nonostante i due goal subiti. La partita è ancora lunghissima, e proprio quando sembra terminata, a cinque dalla fine arriva il goal di Raspadori, un goal da vero rapace d’area di rigore.

Tirando le somme è un pari che va molto bene al Sassuolo visto le grosse assenze, e dall’altro lato va stretto alla Roma, che portatasi due volte in vantaggio avrebbe potuto chiuderla prima, Roma e Sassuolo autrici di un ottimo campionato sin qui.

Fonti e foto sito Sassuolo Calcio.