La Pirelli nel tracciato che ha visto lo svolgimento del Gran Premio di Ungheria, il 3 e 4 Agosto, ha disputato due giornate di test dedicate allo sviluppo delle coperture da 18 pollici, le quali debutteranno nella stagione 2022. La scuderie che hanno girato sono state Ferrari, Mclaren, e Mercedes.  

Il team di Maranello ha completato in due giornate di test ben 173 giri: 91 con Charles Leclerc, e 82 tornate con Carlos Sainz. Entrambi i piloti hanno utilizzato la SF-21 dotata di un carico aereodinamico minore, in modo da essere più simile possibile alle vetture del prossima stagione.

La scuderia di Woking ha approfittato di questi test per accumulare chilometri preziosi, in modo da studiare al meglio le nuove coperture completando 213 giri. Lando Norris è stato un stacanovista, firmando ben 122 giri a bordo della MCL35M, invece Daniel Ricciardo ha completato la sessione con 91 tornate. 

Nell’ultima giornata di test la Mercedes ha fatto girare George Russel, attualmente pilota Williams, che, il prossimo anno dovrebbe sostituire Valtteri Bottas nel team di Barckley. Il britannico ha completato 66 giri la mattina, e 137 al pomeriggio.

In queste due giornate la Pirelli ha accumulato ben 2.192 km equivalente a sette gran premi, insomma numeri molto importanti per lo sviluppo delle nuove coperture. Questo lavoro è servito a ultimare gli ultimi dettagli per deliberare la gialla 2022, la prima della nuova configurazione da 18 pollici.

ARTICOLO A CURA DI STEFANO PENNER, foto Wikipedia.