È stata una sessione bagnata con alcuni errori da parte di George Russel, Charles Leclerc, e Fernando Alonso, a causa dello scarso grip portato dalla pioggia. Il pilota protagonista autore della migliore prestazione corrisponde al nome di Pierre Gasly su Alpha Tauri, con il tempo di 1:30.447, seguito da un Max Verstappen a +164 ritrovando la competitività, e Sergio Perez con il 3 tempo, staccato di +0.237.


Le Ferrari confermano di essere a loro agio sul tracciato di Instanbul, con il quarto tempo di Charles Leclerc, e Carlos Sainz relegato con il quinto crono. Da evidenziare lo spagnolo, il quale dovrà partire dal fondo della griglia, per la sostituzione della power-unit. 


Notiamo l’ottima prestazione di Fernando Alonso, che ha piazzato la sua Alpine con un favoloso sesto tempo, seguito da Kimi Raikkonen autore anch’esso di una grande performance, registrando il settimo tempo, seguito da Yuki Tsunoda sulla seconda Alpha Tauri. Non bene Valtteri Bottas, piazzatosi con il nono crono e Esteban Ocon, che chiude la FP3 con il decimo tempo. 


Anonima la prestazione di Lewis Hamilton, che ha effettuato pochi giri registrando solamente il diciottesimo crono. I suoi “colleghi” ne hanno invece approfittato per fare prove di partenza su pista bagnata. L’inglese della Mercedes è sceso dalla vettura con grande anticipo allo scadere della sessione. Stando dalle ultime indicazioni domani le condizioni meteorologiche saranno molto incerte, con un rischio di pioggia pari al cinquanta per cento.


A cura di Stefano Penner, foto Wikipedia.