Le Ferrari hanno dominato la seconda sessione di prove libere, in particolare con Charles Leclerc che conferma di essere il più veloce di tutti, ottenendo un super tempo (1:12.656) seguito con soli 44 millesimi di distacco da Carlos Sainz che sembra aver ritrovato la fiducia in se stesso e nella macchina.

La giornata odierna è stata utile ai piloti di conoscere al meglio le asperità delle insidiose strade monegasche; come da consueto durante la FP2 le squadre impiegano il loro tempo per effettuare simulazioni sul passo gara, entrambi i ferraristi sono apparsi molto competitivi dimostrando che possono monopolizzare le prime due posizioni della corsa, anche se devono fare i conti sempre con una Red Bull che è sempre in agguato per strappare alla Rossa il dominio sulla scena.

Se dobbiamo dare qualche dato Sainz ha segnato un tempo nei long-run molto interessante (1:16.2) con gomma bianca, un fattore molto interessante da prendere in considerazione, anche il compagno Leclerc è riuscito a registrare le stesse performance segno che la F1-75 è gestisce al meglio il degrado delle gomme e si ben adatta alle tortuose strade del Principato.

A Maranello devono stare attenti sui problemi di affidabilità perché durante il primo turno di Libere Mick Schumacher Haas e Valtteri Bottas Alfa Romeo entrambi motorizzati Ferrari sono stati fermi per un guasto al MGU-K ,e nel caso del pilota finnico i suoi meccanici hanno dovuto sostituire anche la trasmissione. La lotta per la pole position sarò una questione che sicuramente coinvolgerà la squadra del Cavallino e il team di Milton Keynes, però, siamo a Monaco, magari nella giornata di domani potrà spuntare qualche outsider, quindi, mai dare nulla per scontato.

Di Stefano Penner

Photo by: Twitter Scuderia Ferrari.