Stagione gloriosa per il club canarino, stagione da poco conclusa con due titoli portati a casa. L’estate scorsa il Modena diventò di proprietà della famiglia Rivetti, noto imprenditore locale, interessato in modo molto attivo sin da subito al Modena, ai suoi tifosi, ma soprattutto alla città.

Sin da subito è nata un’armonia stratosferica, con l’ingaggio di Mr. Attilio Tesser come allenatore, un calcio-mercato importante per la categoria (Lega Pro), e amichevoli estive di altissimo livello Milan, e Verona su tutte. Tanti giovani affiancati da diversi giocatori esperti, un mix ideale per la promozione in serie B, strappata da prima della classe ai rivali di sempre della Reggiana.

Passiamo ora alla situazione della rosa gialloblu, partendo dai portieri. Confermatissimo Riccardo Gagno, noto per la rete da porta a porta contro l’Imolese alla penultima uscita interna della stagione, rete passata di diritto alla storia del calcio. Da valutare Narciso, che potrebbe rimanere come riserva, mentre incognita il baby Andrea Spurio in scadenza di contratto.

Eccoci alla difesa: confermatissimi nel ruolo di centrali Silvestri-Pergreffi, cosi come Ingegneri-Piacentini come validissime alternative. Sulla via della permanenza anche il baby Riccardo Baroni, che firmò un lungo contratto la scorsa estate. Nelle fasce confermatissimi naturalmente Ciofani-Azzi, ben coperti dai compagni di reparto Ponsi-Renzetti.

Passiamo al centrocampo: intoccabile il trio Gerli-Armellino-Scarsella, super protagonista con costanza, e determinazione dall’inizio alla fine della stagione. Da valutare le prestazioni di Di Paola, e Magnino che potrebbero salutare Modena. Si punterà forte sulla crescita del baby marocchino Shady Oukhadda, acquistato quest’anno a stagione in corso, e protagonista in positivo quando chiamato in causa. Dopo diverse esperienze in prestito potrebbe rimanere anche Edoardo Duca, come buon rincalzo per la prossima stagione.

Eccoci al reparto offensivo, partendo dal confermatissimo Luca Tremolada, da valutare invece Nicola Mosti in scadenza. Ancora nei piani della società Mattia Minesso, in attesa del rientro di Alessadro Marotta. Confermatissimi il baby talento Giovannini, e Roberto Ogunseye, con Bonfanti pronto al salto di categoria. Potrebbe salutare Longo.

Tirando le somme Rivetti, nelle vesti di patron del Modena in una sola stagione è riuscito a costruire qualcosa di straordinario, partendo dal Mr, passando allo staff, ai giocatori, ai tifosi, ma soprattutto alla città di Modena. Subito la promozione in serie B da prima del girone B di serie C, e la vittoria della super coppa di categoria, chiudendo così un annata incredibile, che passerà alla storia del club di Viale Monte Kosica.

Dal punto di vista del mercato bisognerà sistemare qualche pedina per ogni reparto, cercando di sfoltire la rosa, magari cedendo giovani talenti in prestito, o salutare giocatori più attempati. La prossima B sarà di altissimo livello, e l’obiettivo massimo del Modena rimane la salvezza.

Il prossimo ritiro estivo sarà ancora a Fanano, aspettando le avversarie delle amichevoli di pre-campionato, ma soprattutto l’inizio del prossimo di esso, previsto per Agosto.

Foto sito Modena Calcio.