Pala Panini, lombardo, ma soprattutto amaro per la Leo Shoes Modena Volley. Dopo la sconfitta alla prima con Monza, arriva un altro ko alla quarta contro Milano, per un Pala Panini “lombardo”.

Andrea Giani ,ex di turno, ha messo in campo la solita formazione con Christenson in regia affiancato da Petric in attacco. Al centro Stankovic e Mazzone, chiudono Karlitzek e Vettori nel ruolo di schiacciatori. Grebennikov libero. Subentrano in corso Lavia e Estrada Mazorra.

Modena fatica molto perdendo subito il primo set ai vantaggi 24-26 per merito di Milano, in primis Patry mattatore di giornata, ma anche l’ex giapponese canarino Ishikawa autore di un partitone. Primo set punto-punto, lo chiude ai vantaggi Kozarmenik, gioia per coach Roberto Piazza, anch’egli ex di turno.

Secondo set vede invece l’Allianz Milano passeggiare su Modena, fino a un 15-21 finale, che “spezza” le gambe a Christenson, e compagni. Ishikawa chiude il set sul risultato di 19-25. Reazione d’orgoglio nel terzo set per i ragazzi di Andrea Giani, che coglie l’occasione di svantaggio per inserire il giovane cubano Estrada Mazorra autore di un altra ottima prestazione, in difesa, ma soprattutto in attacco, raggiungendo altezze straordinarie. Vince il set quindi Modena 25-20.

Tra la fine del terzo set e la metà del quarto crescita anche per Lavia nel Modena subentrato, ma Milano è attenta e impedisce a Modena di portare la partita al tie-break. Un altro 24-26, che poteva cambiare per mezzo di un micidiale ace di Karlitzek sul finale, rientrato dopo diversi punti in panchina. Modena di fatto paga la stanchezza e il nervosismo. Seconda vittoria lombarda su due al Pala Panini. Inizio di campionato fatto di alti e bassi per la Leo Shoes, in attesa di trovare la continuità necessaria per un campionato diverso, cui Modena è normalmente abituata. Un plauso va al pubblico presente al Pala Panini, anche se non numeroso, ma che continua a sostenere la squadra, naturalmente in massima sicurezza.

Foto add. stampa Modena Volley.