Parte male, parte male il primo turno dei play-off contro una splendida Lube che, nonostante le assenze causa Covid di De Cecco e Leal, ha dominato Christenson e compagni.

Coach Blengini mette in campo la seguente formazione partendo dal palleggiatore di riserva Falaschi in gran giornata, supportato da un ottimo Rychlicki, come al solito sempre incisivo. Al centro un sontuoso Simon temibile a muro, in fase offensiva e anche dal servizio fenomenale ! Completa il ruolo di centrale l’ex gialloblu Simone Anzani. Come schiacciatori il giovane cubano Herrera gioca molto bene, sostituito a tratti dal veterano Kovar. Nel ruolo di libero un sicuro e pronto Balaso.

Coach Giani risponde con Christenson in regia poco ispirato, supportato da Petric che da carica ma non è propriamente incisivo. Al centro un positivo Stankovic insieme a Mazzone, con il secondo maggiormente in difficoltà rispetto al solito. Completano il ruolo di schiacciatori Lavia e Vettori in serata decisamente negativa. Grebennikov ci mette molto impegno, ma fa quello che può contro lo strapotere dell’attacco marchigiano. Subentrano in corso d’opera Karlitzek, Buchegger e Porro con il secondo propositivo ed il terzo in elenco autore di un ace sul finale.

Comincia la partita e i padroni di casa spingono subito forte con Juantorena e Simon, con il punteggio subito nemico degli emiliani 8-3 Civitanova. Confusione Modena e spazio per Karlitzek e Buchegger, visto l’inconcludenza di Vettori e i suoi, rispetto allo strapotere marchigiano. Altalenanti i due centrali Stankovic e Mazzone, meglio il primo dei due, e i padroni di casa controllano sul 19-14. Il set si chiude con un errore di Karlitzek 25-17 Civitanova 1-0.

Secondo set straordinario, che arriva come spesso è accaduto quest’anno a Modena, ai vantaggi. Nella Lube ottimo Rychlicki che spinge i suoi nella fase iniziale, ma la Leo Shoes conduce a tratti come sul 6-8, 12-14 e sul 15-16. Civitanova si rimbocca le maniche e si riporta avanti sul 20-19 per demerito di un errore di Daniele Mazzone. Ai vantaggi (infiniti) Modena ha diverse opportunità per chiudere il set, e poter sperare in una nuova partita nella partita, rispetto a come era cominciata. Civitanova è più cinica e fortunata 33-31 2-0, e rammarico per Andrea Giani e panchina.

Modena resetta il secondo set, e si va al terzo ma i marchigiani continuano forte per un inizio di set simile al primo. Rychlicki e Juantorena macinano punti, e si va sul 7-6 in favore dei padroni di casa. In casa gialloblu Lavia e Mazzone provano a riscuotere il morale, ma c’è poco da fare Juantorena segna un ace decisivo per il 15-12 Civitanova, e Modena ha il morale sotto i tacchi. Simone Anzani segna in grande stile il punto del 18-14, controllo marchigiano. Il punto successivo è targato Paolo Porro, un ace vincente che sicuramente si ricorderà a lungo. Civitanova allunga ancora con l’esperienza di Kovar in pipe 23-19. Simon chiude set, partita e gara1 sul 25-20, 3-0 Lube in attesa di gara2 nella giornata di mercoledì al Pala Panini.

Foto add. stampa Modena.