La terza sessione è terminata con il miglior tempo di Charles Leclerc (1:29.735) il quale ha avuto ottimi riscontri anche sulle simulazioni passo gara, anche il secondo ferrarista Carlos Sainz è stato molto competitivo nei long-run segando solamente il quarto tempo, ma sicuramente si sarà tenuto qualcosa in tasca per fare una qualifica da attacco.

Bne figurano le Red Bull con Max Verstappen che ha ottenuto il secondo tempo seguito dal compagno Sergio Perez, entrami gli alfieri di Milton Keynes hanno raccolti dati positivi sul passo gara, ma dovranno fare i conti con l’affidabilità del motore Honda. Lo stesso discorso vale anche per le Alpha Tauri che proprio con Yuki Tsunoda nella FP2 fermato a causa di un problema tecnico proprio alla power unit, il giapponese nella FP3 è riuscito comunque a registrare un valido decimo crono, chiudendo la top ten, inoltre, Pierre Gasly oltre che a segnante il settimo tempo è stato costretto ad abbandonare alla fine della pit- lane la sua monoposto per un problema al semi-asse.

Continuano le difficoltà per la Mercedes infatti Lewis Hamilton ha registrato soltanto l’undicesimo tempo, mentre il George Russell il quattordicesimo, purtroppo entrambe le frecce d’argento patiscono tanto di porpoising e la power unit di Brixworth è all’ultimo posto in termini di velocità di punta. Da evidenziare che anche gli altri motorizzati Mercedes hanno avuto parecchie difficoltà, infatti, l’Aston Martin ha segnato il quindicesimo tempo con Lance Stroll, e il diciottesimo con Nico Hulkenber, La Williams diciassettesimo tempo e Alexander Albon e il ventesimo di Nicolas Latifi, Mclaren sedicesimo tempo per Daniel Ricciardo e Lando Norris relegato con il diciannovesimo crono.

Di Stefano Penner

Foto. Scuderia Ferrari Twitter.