Carpi-Pescara, i bianco rossi tornano in campo lunedì sera

Si gioca di lunedì di pasquetta, ventuno Aprile, Carpi-Pescara. I bianco rossi tornano a giocare al Cabassi dopo il 4-1 di Lecce, alle ore ventuno. Obbligati a vincere contro una squadra tosta, in zona play off.

La squadra è al lavoro : Colombi, Poli, Sabbione, Mustacchio e Rizzo allenamento mirato sul campo. Saric e Cissè in fase di recupero, infine Jelenic e Di Noia a riposo. Quindi problemi di formazione per Castori che vuole arrivare, come sempre alla partita al top. Ora conta solo vincere, per tentare una salvezza quasi impossibile.

Mercoledì la squadra si allena di pomeriggio al Cabassi.

Foto sito Carpi.

Carpi torna ad allenarsi, sabato c’è il Padova !

Archiviata la trasferta di ieri al Vigorito, terminata 3-1 per il Benevento, il Carpi è tornato subito a lavoro. Sabato alle 15:00 arriva al Cabassi il Padova, sfida più abbordabile, nonostante una classifica impietosa per il Carpi.

Allenamento all’antistadio Cabassi, chi ha giocato ieri scarico e aerobica. Barnofsky, Wilmots, e Di Noia rientrati in gruppo, terapie per Rizzo.

Domani allenamento mattutino al Cabassi.

Foto sito Carpi.

Carpi al lavoro, per preparare al meglio la sfida con il Crotone

Squadra in città, vista la neve in quel di Carpineti, e sabato arriva il Crotone. Si prospetta una sfida piena di motivazioni, entrambe le squadre vogliono salvarsi, il Carpi non ha molta scelta nel risultato, e ha bisogno del massimo supporto dei propri tifosi.

Pachonik, Cissè, Barnofski e Wilmots differenziato, per Rizzo ancora terapie.

Domani allenamento mattutino al Cabassi.

Foto sito Carpi.

Carpi F.C, domani allenamento al Cabassi, poi si va a Palermo

Si prova l’impresa; il Carpi ultimo in classifica, tra rigori sbagliati, infortuni sfortuna e goal annullati domenica scende in campo a Palermo per provare a fare risultato. E’ durissima, i rosa nero puntano alla promozione e in casa volano, il Carpi fatica, voglia di rialzarsi.

Questa mattina i ragazzi di mr. Castori si sono allenati dal riscaldamento fino alle conclusioni in porta. Cissè, Pachonik, Suagher e Serraiocco differenziato, mentre per Rizzo terapie.

Domattina allenamento al Cabassi.

Foto sito Carpi.

Carpi F.C, infermeria e campo

Biancorossi al lavoro, tra forza in palestra, e il campo con possesso palla e non. Si vuole sempre migliorare il gioco che in ottica risultati non rende quanto Castori e società vorrebbero.

Colombi a riposo, Di Noia e Suagher personalizzato in campo.

Luca Rizzo, arrivato a gennaio ha qualche problema in più : lesione muscolare al gastrocnemio mediale, tra le quattro e le sei settimane di recupero.

Domani alle 10:30 allenamento all’antistadio Cabassi

Foto sito Carpi.

Carpi F.C, Carpi-Livorno 1-4 i biancorossi si perdono nella nebbia del Cabassi

Cabassi gelato; dopo due vittorie importanti con Salernitana e Cremonese oggi il Carpi ha giocato una partita orribile, perdendo 4-1 in casa contro il Livorno ultimo in classifica, si è perso nella nebbia.

Gioca Machach dal primo minuto l’unico salvabile della squadra, per il primo tempo, poi poco o nulla nella ripresa e Di Noia autore del goal, gli altri tutti da rivedere. La squadra sprofonda e torna nelle zone calde della classifica.

Svantaggio iniziale al nono con Pedrelli che trafigge Colombi, approccio rinunciatario alla partita. Nella metà del primo tempo il trio Machach, Arrighini e Di Noia gioca bene, trovando il goal del pari con quest”ultimo, si va negli spogliatoi sul punteggio di 1-1 e biancorossi vicini anche al vantaggio.

Nella ripresa calo generale dei biancorossi e Livorno gioca un tempo perfetto, doppietta di Giannetti decisiva ai fini del risultato. Il punteggio poteva essere ancora più pesante, Colombi autore di alcune belle parate.

Nel secondo tempo il Carpi inesistente, Piscitella, Vano e Mokulu non sono serviti e il risultato è demoralizzante, 4-1 in casa contro l’ultima in classifica, così non va. Bisogna riflettere e a gennaio oltre a un attaccante ci vuole un mercato incisivo, la salvezza è utopia se si gioca così…

Foto sito Carpi.

Carpi F.C, i convocati biancorossi

PORTIERI :

1 Serraiocco, 22 Colombi, 35 Piscitelli

DIFENSORI :

2 Suagher, 3 Frascatore,5 Pezzi, 6 Buongiorno, 13 Poli, 14 Ligi,25 Pachonik

CENTROCAMPISTI :

7 Concas, 10 Piscitella, 19 Pasciuti, 20 Jelenic, 21 Saric, 24 Mbaye, 27 Machach, 32 Di Noia, 33 Wilmots

ATTACCANTI :

9 Mokulu, 15 Vano, 16 Romairone, 18 Arrighini

Foto sito Carpi.

Carpi F.C, Castori : ” Finalmente abbiamo vinto in casa ! “

“Come avevo detto ieri, oggi era fondamentale vincere, ci siamo riusciti certificando i miglioramenti e il processo di crescita di un Carpi che aveva vinto a Padova e aveva perso, immeritatamente e giocando bene, contro Lecce e Pescara, squadre che occupano i primi posti della classifica. Finalmente siamo riusciti a tornare a vincere in casa dopo tanto tempo”.

“Il finale? Non voglio fare il presuntuoso e forse si poteva fare di più per non prendere quei gol, ma Djuric è quasi immarcabile sui palloni alti e quando hanno iniziato a buttare palla su di lui con Bocalon e Rosina a fianco e gli esterni altissimi era difficile non abbassarsi”.

“Machach? Per me la condizione fisica è fondamentale, la base della nostra cultura di lavoro: gioca chi sta bene. Era il momento di buttare in campo Zizou: ha fatto benissimo, doveva trovare le misure e le distanze per inserirsi nei nostri meccanismi. Anche su Pasciuti abbiamo corso il rischio perchè non era al meglio, ma è uno che dà qualità. Ma tutti hanno fatto il loro dovere”.

Foto sito Carpi. 

Carpi F.C, i biancorossi ” sbancano ” il Cabassi vincendo 3-2 contro la Salernitana

CARPI-SALERNITANA 3-2

Reti: 45’ Pasciuti, 14’st Concas, 36’st Vano, 40’st Casasola, 43’st Rosina

CARPI (4-4-1-1): Piscitelli, Pachonik, Sabbione, Poli, Pezzi; Concas (27’st Buongiorno), Di Noia, Pasciuti (38’st Mbaye), Jelenic; Machach; Arrighini (34’st Vano).

A disposizione: Serraiocco, Suagher, Frascatore, Mokulu, Piscitella, Ligi, Romairone, Saric, Mbaye, Wilmots.

Allenatore: Castori

SALERNITANA (3-5-2): Micai, Perticone, Schiavi, Gigliotti; Casasola, Akpa Akpro (38’st Palumbo), Di Tacchio, Mazzarani (16’st Rosina), Vitale; Djuric, Jallow (10’st Bocalon).

A disposizione: Vannucchi, Pucino, Mantovani, D.Anderson, Castiglia, Migliorini, Orlando, A.Anderson, Lazzari.

Allenatore: Colantuono

Arbitro: Massimi di Termoli, assistenti Baccini di Conegliano e Borzomì di Torino, quarto ufficiale Ros di Pordenone

Note: ammoniti Akpa Akpro, Arrighini, Pezzi; recupero 1’ primo tempo e 4′ secondo tempo

Foto Wikipedia. 

Carpi F.C, il punto sui biancorossi

Fatica, sta facendo molta fatica il Carpi di Castori, richiamato alla base per l’ennesima volta con l’obbiettivo di salvare una squadra che fatica moltissimo a trovare il risultato. Inizio di campionato molto difficile con Marcello Chezzi, molto in difficoltà, ora si può sperare in una salvezza, ma c’è molto da lavorare.

Nel mercato di riparazione la dirigenza biancorossa cercherà un attaccante, e almeno altri quattro giocatori per aumentare il valore della rosa, ricordo moltissimi giocatori attuali sono in prestito. Da un lato in campo fatica molto per trovare il risultato, dal punto di vista societario il Carpi è un modello, ha il bilancio in attivo, da esempio !

Altro fattore il Cabassi, ormai tabù, la vittoria interna manca da tantissimo tempo, e in trasferta non è poi così semplice. Le prestazioni della squadra sia contro le grandi che con le piccole non sono male, ma spesso la squadra crolla per episodi come a Pescara venerdì con l’autogoal di Mabye, o contro il Lecce. A prescindere dall’avversario il Carpi da sempre il massimo. 

Domenica arriva la Salernitana a metà classifica a quota venti punti, a meno sei dal secondo posto. Il Carpi è ancora terz’ultimo, anche perchè le concorrenti alla salvezza stanno faticando, con un bomber a gennaio la salvezza per Castori non sarà più utopia, la B è strana ! 

Foto sito Carpi.